Urla, spinge e tira sassi. L'incubo dei passanti è una donna che passeggia in centro e ascolta musica

Domenica 7 Marzo 2021 di Luigi Miozzi
Un controllo della polizia in centro

ASCOLI - Prima le urla e gli insulti ai passanti, poi i colpi proibiti e qualche spinta riservati ad ignari anziani, infine il lancio di pietre verso le persone. L’ultimo episodio si è registrato proprio ieri mattina intorno a mezzogiorno in piazza Arringo quando le sue urla e gli insulti rivolti ad una signora che stava passando da quelle parti, hanno richiamato l’attenzione dei presenti.

 

C’è paura, oltre che indignazione, tra gli esercenti e gli abitanti del centro per il comportamento sempre più violento di una donna che ormai troppo spesso si rende protagonista di episodi spiacevoli. 


Senza motivo
Si tratta di una donna che non di rado passeggia ascoltando la musica dal suo smartphone e le cuffie nelle orecchie. Fin qui non ci sarebbe nulla male, se non fosse che, poi, di punto in bianco, in evidente stato di alterazione, inizi ad insultare i passanti. Senza un motivo, per il solo fatto di trovarsi nelle sue vicinanze e, per questo, obiettivi inconsapevoli delle sue invettive. Ma fino a quando si tratta di subire qualche insulto, il buonsenso ha la meglio e i passanti si allontanano senza problemi. Purtroppo, però, recentemente, si è resa protagonista di episodi più spiacevoli e pericolosi per l’incolumità fisica dei malcapitati. È di qualche giorno fa la disavventura occorsa ad una persona anziana che è stata prima aggredita e poi strattonata e spinta fino a farla cadere. Qualcuno ha richiesto l’intervento delle forze dell’ordine che, come accaduto in altre occasioni, sono arrivate sul posto ed hanno cercato di riportare alla calma la donna. 

 


Le segnalazioni
Neppure le numerose segnalazioni fatte agli agenti della municipale, dai carabinieri e dalle pattuglie della polizia sono servite a placare l’irascibilità della donna. Anzi, negli ultimi giorni si è resa protagonista di episodi ancor più gravi e pericolosi. All’apice della rabbia, ha raccolto da terra alcune pietre e le scagliate con forza contro alcuni malcapitati e contro alcune vetrine di negozi. Anche in questo caso, l’intervento delle forze dell’ordine ha riporto la donna su più miti consigli. Ma cresce il malumore tra i residenti e i commercianti del centro temendo che da un momento all’altro la situazione possa ulteriormente degenerare e avere conseguenze ben più gravi. Per questo motivo, anche attraverso i social sono sempre di più quelli che chiedono alle autorità di intervenire con solerzia anche per il bene e la salute della donna stessa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA