Topi e pantegane a spasso in piazza e nelle vie del centro storico. Alcuni ratti si intrufolano pure nei locali pubblici

Lunedì 10 Maggio 2021 di Filippo Ferretti
Uno dei topi che scorrazzava in centro

ASCOLI -Tornano i ratti in centro storico. La ripartenza delle attività commerciali con il ritorno alla zona gialla e l’afflusso in massa nelle strade e nelle piazze avvenute nel corso del weekend da parte di turisti e residenti non ha di certo spaventato i topi. Negli ultimi giorni topi e pantegane sono stati avvistati da decine di persone, soprattutto nell’area di piazza del Popolo.

Montappone scongiura la zona arancione. Il sindaco Ferranti: «Troppi allarmi, il caso ristretto a poche famiglie»

Ciclista travolto da un'auto sulla circonvallazione, trasportato in eliambulanza a Torrette, è grave

 


Le prime segnalazioni risalgono all’inizio della scorsa settimana, destando non poca preoccupazione da parte di alcuni clienti che stavano consumando in un caffè del salotto cittadino. In un episodio, addirittura, una pantegana, dopo esserse finita vicino alle gambe di chi un avventore è fuggita all’interno del locale, provocando subito una immediata reazione da parte del personale, armatosi di scopa per cacciare il ratto.


Venerdì sera, un altro caso di segnalazione di ratti in piazza Roma, davanti ad alcuni ragazzi seduti mentre mangiavano tranquillamente la pizza. Ieri, due grossi sorci sono stati notati in via Iannella, mentre si aggiravano vicino ad alcuni sacchi dell’immondizia abbandonati in strada per la raccolta differenziata. L’impressione di molti che hanno avuto la sfortuna di imbattersi con loro è che i topi non appaiano per nulla intimoriti dalla folla e dai rumori. Anzi. E che i ratti girino alla ricerca di cibo, non solo nelle e ore notturne. «Abbiamo notato che non hanno paura delle persone, al punto di fermarsi sino ai piedi dei nostri avventori» afferma preoccupato il titolare di uno dei caffè ubicati in piazza del Popolo, più volte testimone di queste spiacevoli presenze. Episodi talmente sgradevoli che in alcuni casi hanno causato l’abbandono immediato dei clienti dagli esercizi pubblici.


«Bisogna assolutamente fare qualcosa per debellare questo fenomeno che ha assunto gravi proporzioni» chiede il gestore di un bar che vuole rimanere anonimo. Un fenomeno forse acuitosi in centro dopo le restrizioni legate al Covid. Un lasso di tempo che, evidentemente, ha spinto i topi ad uscire dalle fogne. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA