Aprirà un supermercato nel deposito dell’ex Start: ecco chi ha fatto un offerta superiore rispetto a Lidl

Aprirà un supermercato nel deposito dell ex Start: ecco chi ha fatto un offerta superiore rispetto a Lidl
Aprirà un supermercato nel deposito dell’ex Start: ecco chi ha fatto un offerta superiore rispetto a Lidl
3 Minuti di Lettura
Domenica 31 Luglio 2022, 05:45 - Ultimo aggiornamento: 10:51

ASCOLI  - Disco verde, dalla Provincia, sulla variante che consentirà ora lo sblocco dell’intervento previsto nell’area del deposito ex Start, in viale Indipendenza, senza problemi e specifica autorizzazione sul fronte ambientale. L’Arengo, quindi, – con la supervisione del sindaco Fioravanti e del vice sindaco con delega all’Urbanistica Silvestri - potrà ora portare avanti la procedura arrivando alla fase conclusiva. E a conclusione dell’iter la società proprietaria dell’area potrà avviare i lavori per l’insediamento di un supermercato nell’area in questione. 

 
L’autorizzazione
Da Palazzo San Filippo, dunque, è arrivato il via libera, dal punto di vista dell’aspetto ambientale, per il nuovo insediamento commerciale nella zona dell’ex deposito Start in viale Indipendenza (nell’ambito del Centro direzionale).

In tal senso, dopo che l’Arengo ha trasmesso all’ente provinciale la richiesta, la Provincia ha risposto escludendo la necessità di una procedura di valutazione ambientale strategica. E questo considerando, tra l’altro, che le volumetrie consentite ora sono state ridotte passando dai 21mila metri cubi previsti a 12.850 metri cubi, con eliminazione delle cubature per insediamenti residenziali. Con una volumetria commerciale confermata per 8.500 metri cubi e con una riduzione della destinazione alberghiera, ricettiva o commerciale da 6.500 a 4.350 metri cubi. Quindi, come detto, con un ridimensionamento del carico urbanistico a livello di volumetrie.

E adesso è l’Arengo a portare avanti la pratica, verso l’adozione e l’approvazione conclusiva. Proprio grazie all’inserimento nel Piano attuativo del Centro direzionale a Porta Maggiore, dunque, il vecchio deposito della Start aveva visto riconosciuta una destinazione direzionale e commerciale. E sin da subito, all’avvio delle prime procedure per una vendita all’asta dell’immobile, si erano prefigurati scenari che andavano nella direzione della realizzazione di un nuovo supermercato. Considerando che, sulla carta, in quell’area è previsto uno spazio commerciale intorno ai 1500 metri quadrati, con possibili uffici al piano superiore. 


Il supermercato
E così, con l’approccio per la presentazione del progetto agli uffici comunali preposti, la società Gross Invest, proprietaria della struttura e dell’area ex Start, ha avviato il percorso procedurale per arrivare alla realizzazione di questa nuova superficie commerciale. La società finanziaria, infatti, nel luglio 2020 si era aggiudicata l’immobile all’asta, con un’offerta di 4 milioni e 250mila euro che aveva sbaragliato la concorrenza agguerrita di un altro importante gruppo della grande distribuzione come Lidl Italia. In precedenza altre due aste erano andate deserte. La Gross Invest, aveva offerto circa un milione sopra la base d’asta, a dimostrazione della volontà di voler cogliere l’opportunità. Con la Start che ha, quindi, ottenuto una consistente somma a fronte di una struttura che era ormai considerata inutile nell’ambito dei programmi dell’azienda di trasporto pubblico

© RIPRODUZIONE RISERVATA