Arrivano i piccoli Angeli del bello così il centro storico è più pulito. In azione 15 studenti dell'Iis Mazzocchi

Mercoledì 4 Maggio 2022 di Filippo Ferretti
Gli studenti dell'IIs Mazzocchi ripuliscono le vie del centro

ASCOLI - Salvare la città dal degrado con l’ausilio delle nuove generazioni. Dal 2018, l’associazione Angeli del bello si propone di ripulire la città dalle imbrattature che negli anni si sono stratificate su edifici pubblici e privati, su monumenti, ma anche su luoghi storici e archeologici di valore. In tale missione, anche delicata perché si tratta di intervenire su materiali spesso preziosi e difficili da trattare, per gli Angeli del Bello è determinante che alcune componenti siano presenti. 

 

 

Per l’associazione, il fenomeno degli imbrattamuri si combatte con un maggior controllo del territorio, un incremento delle sanzioni per gli autori ma anche con il necessario coinvolgimento dei giovani perché capiscano la necessità di adoperarsi per salvare il patrimonio storico e architettonico della città. È accaduto così che nell’ultima operazione di pulizia nel centro storico, la realtà ascolana si sia fatta accompagnare da volenterosi ragazzi delle scuole superiori della città. Per la prima volta in questi quattro anni di attività, a rimboccarsi le maniche con gli ormai rodati volontari sono stati gli studenti. 

A rispondere all’appello i ragazzi dell’Iis Mazzocchi, che si sono resi co-protagonisti dell’opera di ripulitura di quattro vie del centro con gli Angeli del bello. Questi ultimi, si sono resi tutor dell’operazione, insegnando agli studenti tecniche, procedimenti e l’uso di specifici materiali per cancellare i danni degli imbrattatori. La giornata di lavoro ha dimostrato che accanto a ragazzi che sporcano, ce ne sono tanti altri che vogliono ripulirle le città. Nello specifico, sono stati coinvolti 15 studenti dell’ultimo anno dell’Iis Mazzocchi-Umberto I, tutti interessati alle tematiche dell’ambiente e del territorio. I ragazzi, mossisi nell’ambito del programma di educazione civica incentrato sul tema “Volontariato e cittadinanza attiva”, sono stati accompagnati dai docenti Laura Gentili e Roberto Mattei. Gli allievi hanno lavorato alacremente per ore tra via XIX Settembre, corso Vittorio Emanuele, via Castelfidardo e rua degli Orti. A sovrintendere, il presidente degli Angeli del bello Luciano Vizioli e il vice Vincenzo Zaffarano che, accanto ad sette altri storici membri degli Angeli, hanno suddiviso i ragazzi in squadre il lavoro, assegnando loro compiti diversi e spiegando quali tecniche adottare. «È stata la prima volta con gli studenti ed è andata così bene che vogliamo proseguire al più presto con altre scuole» ha detto Vizioli, rimarcando che gli studenti hanno svolto l’opera con perizia ed entusiasmo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA