I bambini a rischio Covid, chiuso un altro asilo nido. Sanificazione e tracciamento, sale l’allerta anche negli istituti scolastici

Venerdì 14 Gennaio 2022 di Luigi Miozzi
I vaccini

ASCOLI - A neppure una settimana dalla riapertura delle scuole, si moltiplicano i casi di contagio all’interno degli istituti di ogni ordine e grado. L’amministrazione comunale di Ascoli, in accordo con il Dipartimento di prevenzione dell’Area vasta 5, ha disposto la chiusura dell’asilo nido Zerotre di via Enna, nel rione Tofare, a seguito della riscontrata positività di una delle educatrici della struttura. Pertanto, i locali che ospitano i bambini di età compresa tra i 12 e 24 mesi rimarranno fino al prossimo 22 gennaio. 

 
Il metodo
Nel frattempo, in via cautelativa, si procederà anche con la sanificazione dei locali e a comunicare all’autorità sanitaria i bambini che erano presenti nelle 48 ore antecedenti all’esito del tampone e quello della collega. Si tratta di un provvedimento simile a quello che venne preso qualche settimana fa in un altro asilo cittadino: anche in quel caso la positività di una educatrice indusse l’amministrazione comunale a correre ai ripari. A meno di una settimana dalla ripresa delle lezioni, la situazione negli istituti scolastici del Piceno è già arrivata a livelli di allerta. 


Le segnalazioni
Sono una novantina, infatti, le segnalazioni che in questi primi giorni sono arrivate alla task force predisposta dal servizio di igiene e sanità pubblica dell’Area vasta 5. Un numero che, purtroppo, è destinato a crescere con il passare delle ore stante l’incremento esponenziale dei contagi dovuti alla variante Omicron. Le difficoltà maggiori riguardano soprattutto il tracciamento, che è praticamente saltato, e la disposizione delle quarantene. 


Le richieste
Il numero crescente di segnalazioni che stanno arrivando da tutte le scuole, non consente pertanto al Dipartimento di prevenzione di evadere tutte le richieste in tempo reale. Come annunciato ad inizio settimana anche a seguito delle proteste e dello sciopero che si è svolto lunedì mattina, si svolgerà nel corso del prossimo fine settimana lo screening gratuito volontario per gli studenti delle scuole superiori delle Marche e che segue quello organizzato domenica scorsa per gli alunni delle elementari e delle medie. Saranno 15 le postazioni individuate nelle cinque Aree vaste nelle quali si potrà avere accesso senza prenotazione. Per quanto riguarda il Piceno sono due le postazioni che saranno attive nella giornata di domenica dalle ore 8 alle 14 e che sono state predisposte una all’interno dell’ospedale Mazzoni con il drive through funzionante nel parcheggio adiacente alla piastra ambulatoriale; e l’altra a San Benedetto nei pressi del PalaSpeca in viale dello Sport. Intanto il numero dei positivi continua a salire in tutti i comuni del Piceno. 


I casi
A San Benedetto, si sta per sfondare il muro dei mille positivi: a ieri sono 991 seguito da Ascoli con 780 e Grottammare con 329. Subito dopo ci sono i comuni di Folignano 145, Spinetoli 145, Castel di Lama 120 e Cupra Marittima 92. Il servizio Sanità della Regione Marche ha reso noto che nelle ultime 24 ore i nuovi positivi sono stati 1995 di cui 259 nella provincia di Ascoli. Il risultato è stato ottenuto a seguito dei 17684 tamponi processati su base regionale facendo registrare una leggera flessione dell’indice di positività che si è attestato al 14,6 per cento mentre l’incidenza cumulativa è a 813,04 su centomila abitanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA