La chiesa dell’Annunziata ospiterà lezioni e convegni. Siglata l’intesa tra Prefettura, Comune e UniCam

La splendida chiesa dell'Annunziata ad Ascoli Piceno
La splendida chiesa dell'Annunziata ad Ascoli Piceno
di Pierfrancesco Simoni
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Gennaio 2021, 04:20

ASCOLI - Prefettura, Comune e Università di Camerino, con l’assenso della diocesi di Ascoli, attraverso l’amministratore apostolico monsignor Domenico Pompili, e della Soprintendenza, hanno stipulato un protocollo d’Intesa per la valorizzazione della chiesa della Ss. Annunziata, ubicata sull’omonimo colle.

Frana travolge l'hotel Eberle di Bolzano: crollata una parte della struttura, si temono persone sotto le macerie

La Polizia Postale: non aprire questo file, sembra un PDF ma è un virus informatico

L’accordo prevede la fruizione dell’edificio sacro, di proprietà del Fondo edifici di culto del Ministero dell’Interno, da parte dell’Arengo che può inserirlo nei percorsi turistici della città e promuovere iniziative culturali per una ulteriore valorizzazione e dell’Ateneo camerte che potrà fruirne per le proprie attività, anche quelle didattiche. Il documento è stato sottoscritto dal prefetto Rita Stentella, dal sindaco Marco Fioravanti e dal rettore Claudio Pettinari.

Uno stimolo
«Con questa iniziativa - ha dichiarato il prefetto Stentella - pensiamo di aver interpretato il desiderio di molti ascolani di valorizzare un monumento importante della città. Del resto, tra le finalità proprie del Fondo edifici di culto del Ministero dell’Interno, stabilite per legge, c’è il compito di promuovere la fruizione dei beni artistici che possiede. La chiesa dell’Annunziata, con atto stipulato da questa Prefettura con la locale diocesi nel giugno del 1997 è stata concessa in uso all’autorità ecclesiastica per la pratica del culto. Inoltre, fin dal 2015, rientra nel circuito delle visite proposte dal Fai di Ascoli. Il protocollo rappresenta una bella sinergia tra le varie istituzioni ed ha come obiettivo di promuovere una delle numerose bellezze di questa città che il Covid ha ferito».

L’opera d’arte
Alla stipula del protocollo sono legate due importanti ed imminenti iniziative. A svelarle è il prefetto Stentella: «In primo luogo, la chiesa verrà impreziosita dalla copia della famosa Annunciazione di Carlo Crivelli, attualmente conservata alla National Gallery di Londra. La copia è stata realizzata con il contributo del club Lions Host di Ascoli e si trova nella civica Pinacoteca. Tornerà così al suo posto (la pala fu dipinta nel 1486 per la chiesa della Ss Annunziata, allora dei Frati minori osservanti, ndr). Inoltre, il trenino turistico (Ascoli Explorer, ndr) giungerà fino al colle dell’Annunziata cosicché i passeggeri potranno godere della bellezza di questo monumento». 

L’opportunità
Soddisfazione per l’intesa raggiunta è stata espressa dal primo cittadino di Ascoli, Fioravanti: «È un’altra dimostrazione che l’amministrazione continua ad investire sull’Università, ma anche sul proprio patrimonio monumentale ed artistico, visto che la chiesa diventerà fruibile tutti i giorni non solo per l’attività degli studenti, tipo cerimonie, eventi, convegni o didattica, ma anche per i turisti. Agli universitari, ascolani e non, verrà così concessa l’opportunità di conoscere e studiare uno dei tanti tesori della città. Ringrazio per la sensibilità dimostrata sia il prefetto Stentella, sia la curia». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA