Abusi etilici, revisione "dimenticata", uso del cellulare alla guida: una pioggia di multe

Abusi etilici, revisione "dimenticata", uso del cellulare alla guida: una pioggia di multe
Abusi etilici, revisione "dimenticata", uso del cellulare alla guida: una pioggia di multe
3 Minuti di Lettura
Martedì 26 Settembre 2023, 12:13

ASCOLI - Negli ultimi giorni e  nelle serate del weekend, Carabinieri in uniforme e in abiti civili del Comando Provinciale di Ascoli Piceno hanno controllato oltre 300 persone e 150 veicoli.

Numerose le perquisizioni personali e veicolari effettuate nell'ambito dei consueti controlli alla circolazione stradale, che hanno visto elevare 19  contravvenzioni per violazioni al Codice della Strada, tra cui alcune per mancanza di assicurazione di responsabilità civile e mancanza dei documenti di circolazione e di guida, uso del telefono cellulare durante la guida, mancato uso della cintura di sicurezza, mancata sottoposizione a revisione periodica del veicolo e guida con patente scaduta di validità, ritirando inoltre 4 patenti e altrettante carte di circolazione e deferendo infine 4 persone all'autorità giudiziaria, tre dei quali trovati alla guida dei propri veicoli  in stato di ebbrezza alcolica.

A San Benedetto del Tronto, un uomo di origine nord africana è stato denunciato per furto aggravato per essersi impossessato di un tablet asportandolo dall’abitacolo di un’autovettura parcheggiata sulla pubblica via, mentre a Monteprandone, i militari della locale Stazione hanno rintracciato due uomini del posto, un 46enne ed un 32enne, entrambi  gravati da un ordine di carcerazione, emesso dall’A.G.

di Ascoli Piceno, dovendo espiare il primo  uno una condanna a 3 mesi di carcere per vecchi reati contro la persona ed il secondo una condanna a 3 anni per spaccio di stupefacenti. Entrambi sono stati condotti in carcere.   

Ai controlli alla circolazione stradale si è affiancato un importante servizio di controllo del territorio al fine di prevenire i reati inerenti alle sostanze stupefacenti ed i reati contro il patrimonio, che ha portato, inoltre, al deferimento di una coppia  per il furto di alcune bottiglie di liquori da un supermercato di Ascoli Piceno nonché alla denuncia in stato di libertà di  tre giovani, dei quali uno anche minorenne, sorpresi a cedere modiche quantità di sostanze stupefacenti, sottoposte a sequestro.

Nel corso dell’attività antidroga sono anche stati sorpresi  9 giovani, di età compresa tra i 15 ed i 24 anni, che detenevano o stavano consumando modesti quantitativi di droga che sono stati, pertanto, segnalati alla competente Prefettura. L'attenzione del Comando Provinciale Carabinieri di Ascoli Piceno rimane alta e costante sull'intero territorio di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di ordine e sicurezza pubblica avanzate dai cittadini, specie per quanto concerne la tutela del patrimonio e della sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA