Ha 8 anni la campionessa mondiale di scuccetta. Ascoli fa il pieno di visitatori, turisti anche dagli Usa

Turisti con le mappe in mano alla ricerca dei monumenti
Turisti con le mappe in mano alla ricerca dei monumenti
di Pierfrancesco Simoni
3 Minuti di Lettura
Martedì 19 Aprile 2022, 07:50

ASCOLI - In centro o a Colle San Marco, è stato un pienone ovunque, con tanti visitatori provenienti da ogni parte d’Italia e qualche presenza straniera. Le festività pasquali hanno davvero aperto la stagione turistica. Ed è stato un successo.
 
L’appuntamento principale di Pasquetta resta il campionato mondiale di scuccetta. La vincitrice è stata Gioia Mari, otto anni, di Ascoli che è stata contentissima di portare a casa un bell’uovo di cioccolato offerto dalla pasticceria Angelini. Tanti i partecipanti, soprattutto turisti, che si sono divertiti a rompere le oltre mille uova sode che erano state preparate per l’occasione. Tra i concorrenti pure il sindaco Marco Fioravanti che ha sconfitto per 5-3 l’orhìganizzatore Nazzareno Migliori. Il ricavato della manifestazione è stato devoluto alla sezione ascolana dell’Aism. «La gente è rimasta contenta, quasi incredula - ha commentato Migliori - che ancora manteniamo vive le tradizioni. Hanno partecipato molti turisti, che ho coinvolti nella sfida. Il fascino di questa manifestazione è la semplicità e la spontaneità».

Le bancarelle del mercatino antiquario hanno attratto molti visitatori. Circa duecento espositori, per tre giorni hanno colorato ed animato il centro storico, offrendo oggetti d’epoca ed artigianali e prodotti enogastronomici. Il clou è stata la tipica colazione di Pasqua della domenica. «Ne abbiamo servite 400 - rivela Maria Brandozzi dell’associazione Giovane Europa che cura l’evento - e i turisti hanno apprezzato molto. Ce ne erano molti, provenienti da Toscana, Emilia e Veneto; ma anche alcune coppie di americani. È stata una bella riscoperta delle tradizioni e quando si parla di tradizioni gli ascolani sono i numeri uno. Rispondono sempre alla grande. Si è mangiato e ballato al ritmo del saltarello con i “Trallallero”. Spiragli di normalità».

Buona affluenza, per i tre giorni festivi, nei musei civici, principalmente pinacoteca e Forte Malatesta. Un flusso continuo di visitatori, così come al centro accoglienza turistica di piazza Arringo dove la stragrande maggioranza di coloro che chiedevano informazioni era italiana. Tende piazzate e barbecue al pianoro di San Marco per la prima, vera gita fuoriporta dell’anno. Una piccola invasione, cominciata soprattutto dalla tarda mattinata. Tanti i bambini che hanno voluto provare il parco avventura appena inaugurato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA