Ascoli, oggi tutte le offerte delle ditte
per il restyling della tribuna Est

Lunedì 18 Aprile 2016
Oggi le offerte per i lavori di restyling allo stadio Del Duca

 ASCOLI - E' il giorno della verità per i lavori di ricostruzione della tribuna Est allo stadio Del Duca. Entro le 12,30 di questa mattina all'Arengo dovranno essere presentate le offerte da parte delle imprese interessate per l'aggiudicazione dell'intervento. 

Un appalto del valore complessivo di 2.133.760,28 euro di cui 1.432.471,20 euro per i lavori, 52.606,67 per gli oneri della sicurezza e 648.682,41 per il personale. Domani mattina alle 10, invece, nell'Ufficio appalti e contratti di Palazzo Arengo si procederà all'apertura delle offerte per poi sbloccare, con la procedura di aggiudicazione, l'intervento di ricostruzione. Un intervento che arriva dopo il primo appalto, relativo alla demolizione della vecchia tribuna est e dopo la definizione del mutuo con il Credito sportivo per finanziare l'opera. Come già anticipato, il progetto della nuova tribuna prevede un utilizzo non solo da parte di spettatori per il calcio, ma anche di utenti di bar e negozi per lo shopping e di spazi per corsi ed altre attività. La tribuna, una volta conclusa ospiterà 3934 posti e verrà collocata a 7,5 metri dalla linea di gioco per migliorare la fruibilità degli eventi calcistici, come succede negli stadi inglesi. A tal fine verrà eliminata la pista di atletica nel tratto antistante la tribuna. Verranno, inoltre, create altre tre vie di fuga oltre a quelle già esistenti sui lati nord e sud.

La nuova tribuna sarà coperta con struttura in acciaio per la copertura totale dei posti a sedere previsti. Ci saranno, inoltre, - come detto - servizi accessori come bar, negozi, pronto soccorso, una zona per la pubblica sicurezza, bagni pubblici e locali per il preriscaldamento degli atleti e per eventuali corsi. Sotto la nuova tribuna sono stati previsti tre livelli. Il piano seminterrato sarà destinato a servizi igienici e, nella zona nord e nella zona sud, verrà creato uno spazio da destinarsi ad attività di preriscaldamento atleti e per corsi, da utilizzare solo nelle giornate in cui non si svolgeranno le partite di calcio. Il piano rialzato, invece, sarà destinato a bar e negozi, pronto soccorso e un locale per polizia. Il primo piano, definito "terrazza", sarà collegato al bar mediante una scala interna. Ora la palla passa torna alla burocrazia, con l'espletamento delle procedure di appalto e con il successivo affidamento dei lavori che poi consentirà l'apertura del cantiere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA