Grande fratello per le auto. Un Osservatorio di Arengo e UniCam per monitorare il traffico

Traffico a Monticelli
Traffico a Monticelli
di Luca Marcolini
3 Minuti di Lettura
Martedì 8 Febbraio 2022, 07:50

ASCOLI - Nasce in città l’Osservatorio sulla mobilità sostenibile e sulla qualità dell’abitare. Una struttura che prende forma attraverso l’accordo sottoscritto tra l’Arengo e l’Università di Camerino e che avrà il compito di monitorare gli effetti delle scelte nell’ambito della mobilita sostenibile e della qualità dell’abitare sul benessere dei suoi abitanti nonché coordinare tutte le pianificazioni, programmazioni e progettazioni nell’ambito della mobilita sostenibile e dell’aumento della qualità dell’abitare.

 

Ed in tal senso si andranno anche ad effettuare delle analisi e delle statistiche periodiche relative ai flussi di auto, alle difficoltà per la viabilità e la sosta, alla verifica dell’attuazione di azioni mirate al potenziamento di opere quali la rete ciclabile e infrastrutture atte a migliorare la circolazione cittadina. Il tutto abbinato anche al controllo delle azioni tese a migliorare la qualità della vita nei quartieri.

La decisione presa dall’amministrazione comunale, su input del sindaco Marco Fioravanti, di istituire l’Osservatorio sulla mobilità sostenibile e la qualità dell’abitare nasce dalla volontà di verificare costantemente la situazione cittadina dal punto di vista della mobilità in generale e delle azioni per potenziare la rete ciclopedonale e altre iniziative per lo spostamento sostenibile sul territorio comunale. L’osservatorio vedrà come referente dell’Arengo l’assessore alla qualità della vita, Maria Luisa Volponi, e come partner l’Ateneo camerte, con la Scuola di architettura e design “Vittoria”, chiamata ad occuparsi di effettuare il coordinamento scientifico. Inoltre, potranno aderire anche altri enti, aziende pubbliche erogatrici di servizi, ordini professionali e associazioni interessati al tema della mobilità sostenibile e della qualità della città.

Nella delibera di istituzione dell’Osservatorio, si indicano anche le azioni e gli investimenti già programmati dall’Arengo, quindi da monitorare, tra cui lo sviluppo e l’ampliamento della rete ciclabile e il posizionamento di colonnine di ricarica per mezzi elettrici in varie zone del territorio cittadino nonché l’attivazione di politiche di promozione del benessere e della qualità della vita. Sul fronte della rete ciclabile, ci sono le attività già avviate per la realizzazione della ciclovia verso vallata ed entroterra con finanziamento di 3,9 milioni di euro, di nuove ciclostazioni con un investimento di 199mila euro, inoltre la sistemazione e il completamento della pista ciclopedonale sul ponte di San Filippo di collegamento con Monticelli e la progettazione della ciclopedonale sul Lungo Castellano inserita nell’ambito del progetto per il bando Pinqua (che include anche le riqualificazioni di piazza San Tommaso e del parco a Palazzo Saladini Pilastri). Inoltre, altri investimenti riguardano la progettazione e realizzazione di aree di sosta per favorire la mobilità sostenibile intermodale e (80.000 euro) e la rifunzionalizzazione dei parcheggi in piazza Sant’Agostino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA