Super Green Pass, la mappa di come avverranno i controlli delle forze dell'ordine

Lunedì 6 Dicembre 2021 di di Luigi Miozzi
Super Green Pass, la mappa di come avverranno i controlli delle forze dell'ordine

ASCOLI - Da oggi entra in vigore il Super Green pass e con esso partono tutta una serie di controlli che fino al 15 gennaio vedranno impegnate le forze dell’ordine nei controlli sul territorio per far rispettare le disposizioni imposte dal governo per cercare di ridurre la circolazione del virus. Agenti di polizia e della municipale, carabinieri e Fiamme gialle dovranno effettuare le verifiche sui passeggeri dei trasporti pubblici, nei locali e nelle attività del Piceno per accertare che gli utenti sia vaccinati oppure sono guariti dal Covid da non più di sei mesi. 

 

 
Il summit
A seguito della riunione del tavolo tecnico convocato dal prefetto Carlo De Rogatis la scorsa settimana, la Start ha fornito alle forze dell’ordine l’elenco delle linee più utilizzate, soprattutto nelle fasce di orario concomitanti con l’entrata e l’uscita dalle scuole. È stato così possibile organizzare i servizi. Gli agenti della polizia municipale saranno questa mattina davanti alla fermata del tribunale, in piazza Serafino Orlini, per fare i controlli a campione così come prevede il decreto nel momento in cui i passeggeri scendono dal pullman. Lo stesso faranno gli agenti di polizia e i militari dell’Arma, ciascuno per le zone loro assegnate. Alla guardia di finanza, invece, è stato demandato il controllo nelle attività commerciali del Piceno, Per farlo potranno avvalersi del supporto dei vigili urbani. Carabinieri e polizia, inoltre, avranno anche il compito di andare ad effettuare i controlli nei cinema, nei teatri, nelle discoteche, nelle palestre e in tutte quei luoghi in cui possono verificarsi dei pericolosi assembramenti. L’opera di controllo non è particolarmente semplice, soprattutto se si considera quella relativa al rispetto delle norme sui mezzi di trasporto pubblico. Fare controlli al campione che richiedono comunque del tempo potrebbe significare riuscire a verificare solo un piccola parte dei passeggeri. Tanti, alla vigilia dell’entrata in vigore del provvedimento, sono i dubbi che gli enti preposti, le forze dell’ordine e le società che garantiscono servizi pubblici si trovano al momento a dover affrontare. 
Le strategie
L’intenzione del Prefetto è quella di far passare qualche giorno e valutare l’andamento della situazione per poi convocare nuovamente il tavolo tecnico per cercare di mettere a punto la migliore strategia da adottare sulla base delle esperienze che sono state fatte sul campo durante i primi giorni di entrata in vigore delle nuove disposizioni.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA