Ascoli, cerca di strangolare
l'ex compagna dopo una lite

La caserma dei carabinieri
La caserma dei carabinieri
3 Minuti di Lettura
Sabato 31 Ottobre 2015, 20:34 - Ultimo aggiornamento: 4 Novembre, 05:40

ASCOLI - Un grave episodio di violenza si è verificato nella tarda serata di venerdì nel quartiere di Monticelli ad Ascoli.

Un giovane ha tentato di strangolare la sua ex dopo che fra i due c’era stato un violento alterco. La ragazza per fortuna è riuscita a divincolarsi e ha cominciato ad urlare a squarciagola per richiamare l’attenzione di qualche passante. A questo punto l’uomo ha dovuto desistere da qualsiasi proposito avesse e si è dato alla fuga. Nella tarda mattinata di ieri l’uomo si è presentato in caserma ed ha fornito la sua versione sul fatto. I carabinieri hanno trasmesso gli atti al sostituto procuratore Umberto Monti che lunedì deciderà quale provvedimento adottare nei suoi confronti. Fra i due era nata tempo fa una relazione sentimentale che sembrava dovesse durare a lungo. Poi, qualche mese fa sono emersi i primi screzi che hanno reso sempre più difficile il rapporto e la convivenza. I litigi si susseguivano giorno dopo giorno presumibilmente per il fatto che lui era ossessionato da una gelosia morbosa e sospettava che la tradisse con un altro.

Più volte i due si erano lasciati ma ogni volta il rapporto era stato ricucito. Fino a quando tre mesi fa la donna ha preso la ferma decisione di troncare il fidanzamento. La cosa, però, non è stata accolta favorevolmente dal giovane che non ha capito che doveva farsene una ragione. Ogni qual volta tentava di contattare o avvicinare la sua ex, quest’ultima ribadiva senza mezzi termine la sua intenzione di non volerne più sapere. Il giovane non si è mai arreso e ha iniziato a molestarla con ripetute telefonate, appostamenti, e pedinamenti.

Venerdì sera ha atteso che la ragazza rientrasse a casa nel quartiere di Monticelli. Mentre stava parcheggiando l’auto, all’improvviso è comparso il suo ex che ha aperto la portiera, lato passeggero, e si è seduto nel sedile accanto a quello di guida.

Lei ha tentato di fargli capire per l’ennesima volta che ormai non c’era più nulla da ricostruire: il rapporto sentimentale si era definitivamente rotto. A questo punto il giovane ha avuto una reazione spropositata che avrebbe potuto avere una conclusione drammatica. Al culmine della discussione il ragazzo ha afferrato per il collo la sua ex e, ormai fuori di testa, le ha stretto le mani attorno al collo facendo una pericolosa pressione.

La ragazza ha avuto la prontezza di spirito di reagire, cosa che le ha permesso di divincolarsi.

Dopodichè ha aperto la portiera dell’auto e si è messa a gridare. A questo punto l’uomo si è visto costretto a darsi alla fuga. Nel frattempo sul posto sono giunte alcune persone che hanno soccorso la ragazza che accusava un forte stato di choc. Poi, uno di loro ha provveduto a chiedere al centralinista della caserma Piermanni l’invio di una pattuglia dei carabinieri del Nor che hanno immediatamente avviato le indagini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA