Ascoli, rifila uno schiaffo al nipotino di tre anni: lo zio manesco finisce a processo

Domenica 9 Febbraio 2020
Ascoli, rifila uno schiaffo al nipotino di tre anni: lo zio manesco finisce a processo

ASCOLI - Secondo l’accusa avrebbe compiuto un abuso di mezzi di correzione nei confronti del nipote di tre anni, figlio della sorella della moglie. Nel corso della prima udienza, svoltasi lo scorso mese di dicembre, il giudice aveva voluto sentire le testimonianze della nonna e del padre del bambino. Ieri, invece, è stata la volta della zia del piccolo, moglie dell’uomo su cui pende la pesante accusa.

LEGGI ANCHE:
Accusa un malore in auto lungo l'asse Nord-Sud: ragazza soccorsa in mezzo al traffico

Fermo, rissa con un accoltellato: telecamere decisive per incastrare il fuggitivo

La donna ha cercato di alleggerire la posizione dell’imputato. La vicenda ha avuto inizio il giorno in cui la mamma è andata a far visita alla sorella portando con sé il figlio. Nell’abitazione c’era un cane con il quale il bambino ha cominciato a giocare. Ad un certo punto ha tirato la coda all’animale, visto dallo zio. Il quale lo ha redarguito e di seguito lo avrebbe sculacciato per tre volte e poi colpito con uno schiaffo. Immediata è stata la reazione della madre che ha avuto con il cognato un alterco piuttosto pesante. Sembrava che la cosa finisse lì. Invece ha avuto uno strascico di natura giudiziaria in quanto l’avvocato della famiglia del piccolo ha presentato denuncia in Procura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA