San Marco, a metà aprile aprirà il Parco Avventura: ecco cosa manca per il via libera definitivo

Sabato 26 Febbraio 2022 di Luca Marcolini
San Marco, a metà aprile aprirà il Parco Avventura: ecco cosa manca per il via libera definitivo

ASCOLI -  Ora la città ha un “biglietto da visita” anche per attrarre il target turistico legato alla natura, all’ambiente e ai parchi divertimenti: intorno alla metà di aprile sarà finalmente inaugurato il Parco avventura sul pianoro di San Marco. La nuova struttura immersa nella pineta sul colle che sovrasta il capoluogo piceno sarà disponibile, dunque, dall’avvio della prossima stagione turistica. 

 


E dopo che i lavori sono stati praticamente conclusi (si stanno completando le ultime finiture in questi giorni), l’Arengo ha appena pubblicato il bando di gara per aggiudicare la gestione della nuova struttura che rappresenterà un importante polo attrattivo anche per il rilancio di tutto il comparto collinare e montano a due passi dalla città. Una casella importante che si va a riempire nell’ambito della strategia turistica di prospettiva del territorio che a fianco all’iniziativa del Comune, seguita dal sindaco Fioravanti insieme all’assessore ai lavori pubblici Cardinelli, dovrebbe essere affiancata anche da altre iniziative (legate ai fondi del Pnrr) tra cui il progetto della Provincia per la realizzazione di un parco intergenerazionale all’ex foresteria e al progetto di rilancio degli impianti sciistici a Monte Piselli. 


Il Parco avventura sul pianoro di San Marco, all’interno della pineta, rappresenterà un motivo di attrazione anche per tutti coloro che sono appassionati per questo tipo di attività e che si spostano anche in giro per l’Italia proprio per sperimentare nuovi parchi con percorsi sospesi. Nello specifico, l’area comunale individuata per l’iniziativa ospiterà i seguenti percorsi: percorso Briefing (di prova), costruito a terra, utilizzato per mostrare le tecniche di progressione e per illustrare le norme di sicurezza; percorso Baby, con quattro stazioni, adatto per bambini dai quattro anni in su; percorso Bambini, con quattro installazioni, adatto a bambini fino a dodici anni; percorso Arancio e Verde, con cinque attraversamenti ciascuno di media difficoltà, adatto a ragazzi ed adulti; percorso Viola, con tre “passaggi tirolesi” ad alta difficoltà, adatto ad adulti. Il tutto immerso all’interno della pineta di proprietà comunale. Aldilà degli accessi ai percorsi, in ogni caso, anche i semplici fruitori potranno continuare a frequentare la parte residua della pineta e, comunque, potranno anche attraversare il Parco avventura senza interferire con i vari percorsi sospesi.

A questo punto, l’ultimo passaggio per poter arrivare all’apertura del parco per la metà di aprile è rappresentato dall’aggiudicazione della gestione della struttura. Ed in tal senso l’Amministrazione comunale ha già predisposto un bando di gara che prevede l’aggiudicazione per tre anni a decorrere dalla stipula del contratto con possibilità di rinnovo per una sola volta e per un periodo comunque non superiore ad altri tre anni. 


Il valore stimato della concessione triennale posto a base di gara è di 15mila euro con offerte a rialzo. Gli impianti che si aggiudicheranno in gestione sono destinati a utenti di diverse fasce di età, per favorire la pratica di attività ludiche, ricreative, sociali ed educative per la cittadinanza, per gli alunni delle scuole, per gli utenti in genere. E’ lasciata agli offerenti la possibilità di proporre servizi ulteriori, senza oneri aggiuntivi e responsabilità per l’ente proprietario, che abbiano lo scopo di arricchire le prestazioni sulle quali si baserà la gestione del Parco avventura. Le proposte dovranno pervenire entro il 16 marzo. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA