La Regione sblocca 17 milioni di euro per il restyling delle scuole superiori

Martedì 10 Maggio 2022 di Luca Marcolini
La Regione sblocca 17 milioni di euro per il restyling delle scuole superiori

ASCOLI -  Ci sono circa 17 milioni di euro, quale anticipo del 40% dei finanziamenti complessivi previsti, per gli interventi di messa in sicurezza sismica di 16 scuole superiori del Piceno, di cui 12 nel capoluogo. L’Ufficio speciale per la ricostruzione, con provvedimento del direttore, l’ingegner Marco Trovarelli, ha liquidato questa importante somma che servirà ad avviare anche nella provincia ascolana il Programma straordinario di ricostruzione e recupero delle strutture scolastiche in tutti i Comuni delle regioni colpite dal terremoto.

 

Per i 16 interventi nel Piceno, in totale, saranno oltre 42,5 i milioni di euro previsti. Ll’anticipazione servirà, quindi, a far partire i cantieri per gli interventi post sisma in questi immobili scolastici che sono stati lesionati dal terremoto del 2016 (sia all’intero che all’esterno del cratere. 


La liquidazione dei 17 milioni di euro è stata resa possibile grazie all’ordinanza specifica della struttura commissariale in stretto raccordo con la Regione Marche, l’Usr e la Provincia di Ascoli. Le scuole che beneficeranno di queste prime somme liquidate sono, ad Ascoli città, il liceo scientifico Orsini (con un anticipo di 1.628.900 euro), l’Itis Mazzocchi (288.120 euro), l’istituto agrario Ulpiani (1.621.120 euro), l’istituto tecnico industriale Fermi (1.280.000 euro), l’istituto magistrale Trebbiani (3,4 milioni di euro), l’Ipsia Sacconi (1.168.400 euro), la succursale di via Faleria dell’Ipsia Sacconi (945.560 euro), l’Istituto tecnico commerciale Umberto I (1.645.771 euro), il liceo artistico Licini (1.260.000 euro), l’aula didattica dell’Ita Ulpiani (189.290 euro), il liceo classico Stabili (350.800 euro), la scuola regionale di formazione - succursale Ipsia (436.000 euro). Poi, per le scuole di San Benedetto ci sono acconti per l’Ipsia Guastaferro (680.904 euro), l’Itc Capriotti (1.120.000 euro) e il liceo classico Leopardi (315.000 euro) e per l’Itcg Fazzini a Grottammare (702.800 euro). 


«La Regione Marche - spiega l’assessore regionale alla ricostruzione Guido Castelli - attraverso l’Ufficio speciale per la ricostruzione, si è prodigata proprio per assicurare anche all’amministrazione provinciale di Ascoli, come già era accaduto per il Comune, la massima flessibilità amministrativa possibile. Ciò anche allo scopo di favorire la programmazione dei diversi interventi che, per entità e volumi, impegneranno in maniera molto significativa gli apparati tecnici dell’ente. La Regione Marche conferma così il positivo dialogo instaurato con il presidente della Provincia, Sergio Loggi, che auspico possa favorire anche la risoluzione dell’annosa problematica del rifacimento dei ponti sul fiume Tronto». Anche per le scuole superiori del territorio piceno, dunque, si entra adesso in una fase operativa vera e propria, considerando che con la disponibilità di parte dei finanziamenti previsti si potrà anche procedere, dopo che sarà arrivato l’ok sulle progettazioni, con l’avvio delle gare di appalto per affidare gli interventi. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA