Ascoli, Quintana da record: ce ne sarà
una terza in autunno per i terremotati

Sabato 10 Agosto 2019

ASCOLI -  Il 2019 ha fatto cadere diversi record: Il cavaliere vincitore più giovane e cioè il 18enne Lorenzo Melosso di Porta Romana, il record di pista (Massimo Gubbini di Porta Tufilla con 50”.1), il record di tornata (Gubbini con 698 punti, sebbene si discuta se dal punteggio vadano decurtati i 30 punti della penalità per errata uscita dall’otto di gara e a quel punto il primato sarebbe di Mattia Zannori di Porta Maggiore con 690). A questi se ne sta per aggiungere un altro: la terza Quintana. Da voci che si rincorrono tra il capoluogo piceno e la vicina Umbria, Ascoli e Foligno, infatti, stanno pensando di organizzare una Giostra ciascuno, la terza per entrambe le città, con l’obiettivo di tenere alta l’attenzione sulle zone terremotate del centro Italia.

Sputi, insulti e scorrettezze: la Quintana ha il veleno nella coda

La macchina organizzativa si è messa in moto di recente e si stanno valutando alcuni aspetti come lanciare una raccolta fondi attraverso gli sms (si è già al lavoro per attivare un numero dedicato) e devolvere l’incasso delle due manifestazioni ai Comuni alle popolazioni delle aree terremotate, principalmente di Marche ed Umbria. Un’idea che sarebbe balenata al presidente dell’Ente Giostra di Foligno Domenico Metelli e all’ex sindaco di Ascoli Guido Castelli che già hanno già avuto dei contatti telefonici ed a brevissimo, probabilmente all’inizio della prossima settimana, si incontreranno a metà strada, forse a Norcia, per discutere di questo progetto. L’attuale primo cittadino Marco Fioravanti si sarebbe già dichiarato entusiasta dell’idea e si starebbe predisponendo un comitato d’onore per gestire l’organizzazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA