A Porta Solestà si accende la luce verde: si consuma solo energia pulita da fonti rinnovabili

Domenica 29 Maggio 2022 di Pierfrancesco Simoni
La sede del sestiere di Porta Solestà

ASCOLI - Prosegue il percorso green del sestiere di Porta Solestà, intrapreso qualche anno fa. E quest’ultimo step compiuto dal comitato gialloblù è significativo. L’energia che il sestiere consumerà per le attività della sede e della taverna proviene esclusivamente da fonti rinnovabili ciò idroelettrico, eolico e solare. 

 

Porta Solestà ha deciso di affidarsi alla società pratese New world green (Nwg) e la bolletta che riceverà avrà la certificazione che garantisce la provenienza “verde” dell’energia venduta al sestiere. Inoltre, l’operazione effettuata dai gialloblù ha un risvolto sociale. Per ogni kilowatt che viene consumato, Nwg offre un bonus in denaro che l’utente può destinare ad un altro cliente dell’azienda toscana, di fatto scontandogli il costo della bolletta. Porta Solestà ha deciso di collegarsi all’Avis comunale di Ascoli, destinandogli il tesoretto che di volta in volta produce con il proprio consumo elettrico. L’associazione, quindi, si ritroverà una bolletta più leggera. Discorso analogo, da ora, vale anche per il sestiere gialloblù. Qualsiasi sestierante, allacciandosi a Nwg, può destinare il proprio bonus a Solestà cosicché i gialloblù potranno contare a loro volta su uno o più sconti.

Il caposestiere Attilio Lattanzi spiega come si è arrivati a questa scelta: «Da qualche anno abbiamo intrapreso la strada del green. A chi ha sottoscritto la tessera per l’anno 2020 abbiamo regalato una borraccia, a chi lo ha fatto per il 2021 una shopper di cotone personalizzata per fare la spesa. Un nostro piccolo contributo alla riduzione del consumo di plastica. Acquistare energia elettrica da un fornitore che garantisce emissioni zero è stato per noi un passo molto rilevante che ha avuto l’approvazione del comitato di sestiere nella seduta dell’11 aprile scorso. Chiederò agli associati al sestiere di aderire a questa iniziativa, collegandosi all’utenza del sestiere. L’obiettivo è duplice: ridurre le emissioni e azzerare la nostra bolletta. Vorrei però rimarcare anche la valenza sociale di questa iniziativa: aiutiamo un’associazione, l’Avis, che opera nel territorio del nostro sestiere». 

Il trait d’union tra il sestiere e l’azienda toscana è Gabriele Baldassarri, energy broker di Nwg e revisore dei conti di Porta Solestà. «L’azienda si occupa di energie rinnovabili da diverso tempo e nel 2014 è diventato anche distributore. Nwg ha scelto la strada di avvalersi di una rete di broker che vanno ad informare gratuitamente il potenziale cliente, piuttosto che affidarsi a iniziative di marketing o facendosi pubblicità. Questo garantisce un bonus che l’utente può destinare a chi vuole».

© RIPRODUZIONE RISERVATA