Il caldo africano e il moro: sfida doppia per i cavalieri. E l'atmosfera è sempre più elettrica

Venerdì 30 Luglio 2021 di Cristiano Pietropaolo
Il caldo africano e il moro: sfida doppia per i cavalieri. E l'atmosfera è sempre più elettrica

ASCOLI  - Mancano due giorni alla Giostra della Quintana di agosto. I cavalieri si preparano all’assalto al moro per portare a casa l’ambito Palio, realizzato dall’artista ascolano Emiliano Albani, in onore del Patrono Sant’Emidio. «Abbiamo messo a punto un paio di cose e siamo migliorati sotto certi aspetti. Penso che la pista non sarà molto bagnata perché abbiamo visto che può esserci una maggiore tenuta.

 

Durante le prove abbiamo notato questo aspetto insieme al responsabile di pista (Maurizio Celani, ndr) - evidenzia il cavaliere di Piazzarola Nicholas Lionetti. - La giornata sarà molto calda e ci hanno anche detto che non sfileremo nel corteo storico per le vie della città, ma soltanto all’interno del campo Squarcia proprio per evitare problemi legati alle alte temperature. Stiamo lavorando per migliorare i nostri standard ma siamo contenti di quello che abbiamo fatto. Penso che la Quintana sarà molto diversa rispetto a quella di luglio perché siamo tutti allo stesso livello». 


«Le prove sono andate molto bene. Ho montato Nata’s Jam e Magic Strike e con entrambi ho fatto buoni tempi. Mi sento pronto - rivela Lorenzo Melosso, cavaliere di Porta Romana e vincitore della Giostra dell’agosto 2019. - La pista mi è sembrata sempre buona: forse prima della Quintana di luglio dovevano trovare la quadra, però poi si è raggiunto un buon livello anche con i tempi riscontrati durante le mie prove di lunedì e martedì. A luglio ci è mancato un pizzico di fortuna ma poi abbiamo limato qualche decimo durante le prove e vedremo cosa succederà. Penso che sarà una Quintana molto veloce e vincerà chi sbaglierà di meno, ma credo che ci sarà anche qualche record. Noi siamo abituati alle alte temperature e siamo abituati al grande caldo, mentre troveremo sicuramente un’ottima pista da affrontare». 


Il pluricampione cavaliere di Porta Solestà Luca Innocenzi afferma: «Le prove ci hanno soddisfatto. Abbiamo provato alcuni cavalli, Tajika, Dolce Brigitte e Katy Way, che non hanno mai corso ma che sono andati veramente bene girando in tempi eccezionali - dice Innocenzi. - Se riesci a girare con tempi eccezionali, significa che la pista è in ottime condizioni. Maurizio Celani ha fatto sicuramente un grande lavoro, siamo davvero in buone mani perché è una persona competente. Sarà una gara combattuta ma non è niente di nuovo perché il livello della Giostra di Ascoli è sempre molto alto. Il caldo è un problema serio per tutti ma non possiamo farci niente: cercheremo di gestire la situazione per evitare problematiche. Il cavallo è allenato a queste situazioni ma proveremo a gestire tutto nel migliore dei modi possibili» 
Il progetto
Intanto l’Arengo ha approvato la procedura di gara per la riqualificazione del campo Squarcia per un importo previsto di 600mila euro. L’impianto risulta ad oggi rovinato in alcune parti a causa dei fenomeni atmosferici che ne hanno degradato le strutture ed i relativi materiali. Si è deciso quindi di mettere mano alla struttura attraverso un insieme di interventi puntuali, che ne miglioreranno le caratteristiche dei vari elementi che lo compongono ma anche quelle riguardanti l’adeguamento alle attuali normative. Tale situazione è dovuta alla scarsa manutenzione nel corso degli anni¸ inoltre, non sono del tutto soddisfatte le normative ai fini della sicurezza antincendio. Verranno riqualificate le recinzioni e le balaustre della tribuna; saranno sistemate nuove staccionate ma è prevista anche la sistemazione delle aree esterne che danno su via Pascoli e su via delle Terme. I lavori non dovranno interferire con lo svolgimento della Giostra e il termine ultimo per la presentazione delle manifestazioni d’interesse è fissato per il 18 agosto. 


È stata definita la data della gara degli arcieri che era in programma il 23 luglio scorso. Si terrà venerdì 3 settembre in orario serale allo Squarcia. Domani, alle ore 11.30, a Palazzo dell’Arengo verrà presentato il programma del Palio degli Arcieri. IL drappo è stato dipinto dall’artista Irene Ciarrocchi. Oggi una quadriglia del 4° Reggimento carabinieri a cavallo di Roma sarà in mattinata al Mazzoni per salutare il personale sanitario come ringraziamento per l’encomiabile lavoro svolto in questi mesi di dalla pandemia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA