Porta Maggiore sceglie una sommelier che lavora a Parigi e sogna di brindare. La dama è Benedetta Vitelli

Porta Maggiore sceglie una sommelier che lavora a Parigi e sogna di brindare. La dama è Benedetta Vitelli
Porta Maggiore sceglie una sommelier che lavora a Parigi e sogna di brindare. La dama è Benedetta Vitelli
di Filippo Ferretti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 4 Agosto 2022, 01:55 - Ultimo aggiornamento: 09:07

ASCOLI - Ieri, il caposestiere di Porta Maggiore Marco Regnicoli ha presentato la dama neriverde. Si tratta di Benedetta Vitelli, 29 anni, figlia del fratello del console David Vitelli, Marco, e nipote dello storico console, Mario, al cui ricordo sono legate alcune delle edizioni più belle per Porta Maggiore.  La ragazza, alta 178 centimetri, pur essendo da due anni residente a Parigi, dove lavora come sommelier in un prestigioso ristorante, ha sempre nel cuore le sorti del sestiere. «Quando sono lontana da casa, il legame con tutto questo diventa fortissimo» ha spiegato la dama neroverde, accompagnata dal suo fidanzato Gianluca che, pur non essendo ascolano, è innamoratissimo della Quintana. «È un grande onore essere qui e portare avanti la tradizione: sono felice di testimoniare radici profonde» ha aggiunto Benedetta, amante dell’arte e dei viaggi, che domenica sfilerà con un abito molto rappresentativo del sestiere, di colore nero con perle, dal corpetto con i fili dorati, la sottogonna beige e le maniche verdi. 

La commozione
 

Accanto a lei, commosso nel ricordare questo filo rosso che unisce il capofamiglia Mario con la giovane Benedetta, c’era lo zio David, il console di Porta Maggiore che, nel ricordare l’ultima vittoria conquistata nel 1982, ha auspicato che la presenza della nipote nel ruolo di dama possa portare un nuovo successo in campo. 

Anche diverse castellane approderanno per la prima volta al corteo storico. È il caso di Amalia Iualè, signora di Monte San Pietrangeli, dichiaratasi emozionata di sfilare per la Quintana nonostante abbia già partecipato al Palio del paese. «Dedico questa partecipazione ai miei due ragazzi, che come me amano la musica, lo spettacolo, la creatività» ha esordito la castellana, diplomata al conservatorio e un tempo strumentista di oboe, a proposito di Paolo, 27 anni e di Piera, 18enne, entrambi performer scenici. Particolarmente felice di essere tra le protagoniste dell’imminente Quintana anche Cinzia Carassai, che è stata scelta per essere signora di agosto di Roccafluvione. La radiosa figurante, che lavora ad Ascoli come dipendente della Pfizer, già da moltissimi anni sognava di poter partecipare al corteo storico in un ruolo da protagonista, dopo che in passato aveva avuto modo di indossare l’abito di damigella per il sestiere di Sant’Emidio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA