Ascoli, nei sestieri della Quintana
banchetti quando lo dice l’Arengo

Martedì 9 Gennaio 2018
Uno dei banchetti durante la Quintana

ASCOLI - Sono due, al momento, i sestieri che si sono adeguati alle regole previste per i circoli per somministrare cibo e bevande tutto l’anno, ma esclusivamente ai propri soci: Sant’Emidio e Porta Tufilla. I due sestieri, scegliendo di operare come associazioni parificate a circoli, hanno ottenuto dall’Arengo l’autorizzazione per poter somministrare alimenti e bevande per sempre, ma esclusivamente ai soci iscritti (da non confondere con gli Albi di sestiere) senza necessità di ulteriori richieste, mettendosi in riga con le normative in materia. Una scelta arrivata da due su sei sestieri, dopo la decisione dell’amministrazione comunale di regolamentare tutta la questione legata alle attività di ristorazione nell’ambito quintanaro, anche per tutelare pubblici esercizi e attività di ristorazione della città. Gli altri quattro sestieri, qualora non decidessero anch’essi di parificarsi ai circoli richiedendo l’apposita autorizzazione, non potranno assolutamente somministrare cibo e bevande durante tutte le loro attività nell’intero arco dell’anno, salvo richiedere un’autorizzazione specifica, in casi sporadici, per particolari iniziative che l’amministrazione comunale potrebbe ritenere di autorizzare. Ovviamente, l’Arengo concederà una deroga per tutti i sestieri per il periodo strettamente quintanaro, per far sì che in quel periodo si possano svolgere cene e banchetti collaterali al programma della Quintana. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA