Offida, cazzotto a un ragazzo
Lucciarini finisce di nuovo nei guai

Un altro cazzotto rifilato
in faccia a un ragazzo
Sindaco di nuovo nei guai
OFFIDA  -La Procura di Ascoli ha aperto un secondo fascicolo nei confronti del sindaco di Offida Valerio Lucciarini con l’accusa di lesioni aggravata dai futili motivi per un altro episodio avvenuto durante il Bove Finto dello scorso anno, lo stesso giorno in cui il primo cittadino colpì al volto una ragazza. Il procuratore Umberto Monti ha provveduto ad avviare un nuovo procedimento sulla scorta di un secondo video che sarebbe stato recapitato ai carabinieri di Grottammare durante le festività natalizie in cui si vede Lucciarini colpire con un pugno al viso un giovane. Nei giorni scorsi il ragazzo aggredito è stato ascoltato dagli inquirenti ai quali avrebbe riferito di non aver riconosciuto, in un primo momento, che l’autore del gesto fosse il sindaco e di esserne venuto a conoscenza solo nei giorni successivi quando lo stesso Lucciarini lo avrebbe rintracciato e gli avrebbe chiesto scusa per quanto accaduto. Nel frattempo, lunedì prossimo inizierà il processo che vede imputato il sindaco di Offida sempre per lesioni con l’aggravante dei futili motivi per aver sferrato il pugno alla ragazza, dopo che il Pm Umberto Monti, lo scorso mese di ottobre, decise di procedere d’ufficio nonostante la ragazza avesse deciso di ritirare la querela che aveva depositato in Procura tramite il proprio avvocato di fiducia l’8 marzo dello scorso anno. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 13 Gennaio 2018, 04:55 - Ultimo aggiornamento: 13-01-2018 04:55

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO