Ascoli, via alla rivoluzione dei rifiuti
Porta a porta esteso a tutti i quartieri

Giovedì 30 Giugno 2016
Le guardie ecologiche controllano la raccolta differenziata dei rifiuti

ASCOLI - Una sola giornata per i rifiuti secchi ed orari serali per il conferimento dell'immondizia: sono queste due delle principali novità inserite nel progetto di ampliamento della raccolta differenziata porta a porta che partirà in tutta la città. Un progetto che ora è concreto, nero su bianco, ed è stato ufficialmente consegnato dall'Ascoli servizi comunali sulle scrivanie di Palazzo Arengo. Si attende, quindi, il sì dell’ente per partire ufficialmente con la nuova metodologia di conferimento dei rifiuti anche nelle zone finora escluse, come Porta Solestà e Porta Cartara, Porta Maggiore e per finire Monticelli. Tempi operativi? Da ottobre a dicembre, gradualmente, tutta la città avrà a che fare col porta a porta. A confermare il tutto è il presidente di Ascoli servizi comunali, Carlo Travaglini, che appena arrivato si è trovato ad affrontare questa rivoluzione della raccolta dei rifiuti in città.

 «Sul porta a porta esteso a tutti i quartieri andiamo avanti - spiega Travaglini - ed abbiamo già consegnato al Comune il nostro progetto dettagliato per l'attuazione del nuovo sistema in tutta la città. Un progetto nel quale vengono definiti tutti i particolari, dal materiale da utilizzare, tra bidoncini, buste ed altro, agli orari di conferimento ed ai giorni dedicati alle varie tipologie di rifiuti da conferire. Ora attendiamo l'ok ufficiale dell'ente per poi prepararci a partire, considerando che si tratta di un'azione complessa e importante che richiederà anche un investimento non trascurabile».

Tra le novità, come anticipato, c'è la previsione di un solo giorno di conferimento dei rifiuti secchi rispetto ai due attualmente previsti nelle zone già col porta a porta come centro storico, Porta romana e Campo Parignano. Resteranno, invece, tre le giornate per il conferimento dell'umido. L'obiettivo, evidente, è quello di concentrare in una sola giornata alla settimana il conferimento del secco, proprio per invogliare i cittadini a differenziare e quindi a smaltire gli altri rifiuti, dall’umido alla plastica ed alla carta negli altri giorni.

Altra novità sarà il cambio di orario, come già anticipato dal sindaco, per il conferimento quotidiano che si sposterà - salvo ripensamenti - nella fascia serale dopo le 19,30, sia per una maggiore comodità dei cittadini, sia per migliorare l'immagine turistica e del decoro cittadino. Questo perché, con il ritorno al conferimento serale (come accadeva in passato) e il ritiro dei sacchetti durante la notte o nelle primissime ore della mattina, si eliminerà lo scenario tutt'altro che esaltante della famigerata "sacchettopoli", con le buste dell’immondizia in strada fino a tarda mattinata o al primo pomeriggio. Per la tempistica della rivoluzione sui rifiuti, - come confermato dallo stesso presidente Travaglini - di iniziare da Borgo Solestà e zone limitrofe e da Porta Cartara ad ottobre, per poi passare a Porta Maggiore a novembre ed a Monticelli a dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA