Troppi cantieri aperti e pochi parcheggi disponibili, cambia la viabilità in alcune aree del centro storico

Corso Trento e Trieste
Corso Trento e Trieste
di Luca Marcolini
3 Minuti di Lettura
Sabato 12 Marzo 2022, 05:50

ASCOLI - Cantieri che aumentano a scapito dei parcheggi e criticità che crescono. La fotografia del centro storico induce l’Arengo, in attesa di una pianificazione più ampia con l’introduzione anche di nuove zone a traffico limitato a fasce orarie, a ricorrere ad alcune ordinanze sperimentali per cercare di attenuare il più possibile il problema.

 

Ordinanze che, nell’immediato, riguardano la viabilità e la sosta sia su corso Trieste, in attesa dell’avvio della riqualificazione, sia su piazza Roma. Due provvedimenti che vanno a rimodulare il transito e l’utilizzo dei parcheggi in entrambe le zone. E proprio sul principale corso di collegamento sud-nord in centro, scatterà nuovamente – una volta installata la segnaletica – il senso unico obbligatorio, da via XX Settembre a piazza Santa Maria intervineas, con la definizione anche di nuovi spazi per la sosta dei motorini. Su piazza Roma, invece, si andrà ad eliminare in maniera sperimentale la Ztl per consentire la sosta su nuovi posti ai motorini e, sul lato ovest, a fasce orarie, di giorno al carico e scarico e dalle 18 in poi ai residenti. 

Con l’ordinanza appena emanata dall’Arengo si andrà a ripristinare il senso unico di marcia, da sud a nord (anche dalle vie collegate), così come avvenuto durante gli scavi per i lavori nei sottoservizi. Quindi non si potrà transitare dalla zona di Santa Maria intervineas a salire. Una sperimentazione attuabile anche perché nel frattempo il trasporto pubblico è stato opportunamente rimodulato. 

Gli obiettivi sono garantire la sicurezza dei pedoni che attraversano la via e intervenire a fronte della riduzione della disponibilità di spazi per la sosta dovuta ai cantieri oltreché alla concessione temporanea di spazi maggiori per l’occupazione di suolo pubblico alle attività. Considerando anche che l’attuale offerta di sosta per motocicli e ciclomotori, sul lato nord-est di piazza Simonetti, risulta insufficiente. Ora si dispone anche l’istituzione del divieto di sosta e fermata sul lato est a partire dall’intersezione con via XX Settembre e fino all’attraversamento pedonale al fine di permettere la svolta agli autobus e l’istituzione di un’area di sosta a pettine per moto e ciclomotori sul lato est.

In piazza Roma, invece, si prevede la revoca della Ztl per l’accesso anche dei veicoli elettrici che devono effettuare una ricarica, dei mezzi per carico e scarico merci e dei motorini che potranno sostare nei nuovi spazi previsti. Divieto di sosta, invece, dalle 6 alle 14 su tutta la piazza, esclusi i festivi, per il mercato e sosta per carico-scarico merci (max 30 minuti con disco orario) sul lato ovest dalle 14 alle 19 esclusi i festivi, e dalle 19 alle 6 sosta per i residenti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA