Neve a Monte Piselli, si spera nella riapertura degli impianti per l'Immacolata. Le tariffe per la stagione sciistica

Neve a Monte Piselli, si spera nella riapertura degli impianti per l'Immacolata. Le tariffe per la stagione sciistica
Neve a Monte Piselli, si spera nella riapertura degli impianti per l'Immacolata. Le tariffe per la stagione sciistica
di Luigi Miozzi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Dicembre 2022, 03:45 - Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 07:55

ASCOLI - Primi fiocchi di neve sul Monte Piselli. Appena una infarinatura che ha imbiancato le vette ma che lascia ben sperare per le prossime settimane, soprattutto in vista dell’inizio della stazione invernale e dell’apertura della stazione sciistica. Si attende l’evolversi delle condizioni meteo e l’arrivo delle perturbazioni che potrebbero portare altre precipitazioni nevose.

Nel caso dovesse cadere un accumulo sufficiente per preparare le piste, non è da escludere che per il il ponte dell’Immacolata, a ridosso dell’8 dicembre, potrebbero anche essere aperti gli impianti. 

Il ponte

Nei giorni scorsi, infatti, si è provveduto ad effettuare il collaudo della seggiovia che, dunque, è pronta per essere utilizzata. Nel frattempo sono state rese note anche le tariffe per poter utilizzare gli impianti sciistici durante la prossima stagione invernale. Costi che hanno subito un lievissimo aumento, nell’ordine di pochi euro, rispetto a quelli degli anni passati a causa del caro-energia e dell’inflazione. Lo skipass giornaliero costerà 25 euro nei giorni festivi e 22 in quelli feriali; il prezzo per l’abbonamento mattiniero, ovvero valido fino alle ore 12,30, è di 22 euro nei festivi e 20 feriale mentre per la pomeridana (utilizzabile dopo le ore 12,30) ci vorrà 18 e 16 euro. Previsto anche l’abbonamento baby per i bambini nati dopo il 30 novembre del 2012 al costo di 12 euro. Il biglietto per la corsa di andata è di 5 euro mentre quello di andata e ritorno è di 8. 


Gli skipass


Sono stati inoltre stabiliti anche i prezzi degli skipass stagionali: Adulto, 255 euro; Senior 65, 235; Studenti e Sci Club, 225; Baby, 130 e maestri di sci (previa richiesta) 100 euro.


Le piste


La Remigio Group che gestisce la stazione turistica di Monti Piselli, inoltre, sta valutando il da farsi e una decisione verrà sicuramente presa all’inizio della prossima settimana. Anche perchè, oltre alla quantità di neve eventualmente presente sulle piste, bisognerà anche valutare anche se sussistono le condizioni per poter preparare adeguatamente il manto bianco. Una valutazione a parte, invece, dovrebbe essere fatta per l’eventuale apertura del Rifugio Tre Caciare che potrebbe essere al servizio delle persone che in quei giorni intendono trascorrere un po’ di tempo all’aria aperta, immersi nella natura. 


Il tapis roulant


Nel frattempo, il Cotuge sta portando avanti il progetto di riqualificazione dei Monti Gemelli. Nei giorni scorsi è stato rimosso il tapis roulant che era stato sistemato sul campetto di Monte Piselli. Da anni l’impianto di risalita era rimasto in disuso ed ora si è provveduto a rimuoverlo anche perchè è stata inoltrata la richiesta alle autorità competenti per poter installare un nuovo skilift e ridare la possibilità di utilizzare quello che viene ritenuto dai maestri di sci uno dei campi di addestramento più validi presente in zona. Un’opera di riqualificazione in cui è impegnata il Consorzio turistico dei monti Gemelli che insieme con la Regione Marche e quella Abruzzo sta portando avanti anche il progetto ambizioso di realizzare una cabinovia con partenza da San Giacomo porti fino alla vetta di Monte Piselli. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA