Centomila pasti non pagati
nelle mense scolastiche

Centomila pasti non pagati nelle mense scolastiche
2 Minuti di Lettura
Martedì 30 Settembre 2014, 20:42 - Ultimo aggiornamento: 1 Ottobre, 19:16
ASCOLI - L'Arengo recupera quasi 170 mila euro dai buoni delle mense scolastiche non pagati dalle famiglie. Una cifra che calcolando una media di 2,50 euro a buono, è comparabile a circa 68 mila buoni pasto non pagati ma l’evasione sarebbe superiore ai 100.000. L'obiettivo, quindi, è incentivare la filosofia del "paghiamo tutti, paghiamo meno", per evitare che le somme non versate da alcunì non si ripercuotano, successivamente, su tutti gli altri cittadini che, invece, pagano regolarmente. Con l'effetto negativo di un inevitabile aumento, nell'annualità successiva, per la copertura dei costi. Sicuramente, sul discorso del pagamento di un servizio base come quello delle mense scolastiche, risente sempre più della crisi che mette in difficoltà numerosi nuclei familiari, piuttosto che all'ipotesi della presenza di qualche furbo che prova a farla franca. Fatto sta che l'Arengo deve obbligatoriamente far quadrare i conti ed il bilancio nel suo complesso, tanto da non potersi esimere dall'azione di recupero crediti che si fa, comunque, sempre più intensa e difficile. Come dimostra la cifra appena recuperata rispetto ad una situazione creditoria ancor più ampia. In realtà, l'amministrazione comunale sta cercando di andare a recuperare quelle somme che rischiano di finire, altrimenti, nel dimenticatoio, andando di fatto in prescrizione.



Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO

© RIPRODUZIONE RISERVATA