Ascoli, arriva Lidl, sorgerà al posto del capannone Moscatelli in zona industriale. Ecco i tempi

L'area dove sorgerà il nuovo punto vendita di Lidl
L'area dove sorgerà il nuovo punto vendita di Lidl
di Luca Marcolini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 6 Ottobre 2022, 20:35 - Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre, 16:41

ASCOLI - Entro settembre 2023 dovrebbe riprendere vita l’area per molti anni occupata dall’immobile Moscatelli con l’inaugurazione dell’annunciato nuovo supermercato a marchio Lidl. Il gruppo della grande distribuzione che ha una rete commerciale in tutta Italia, infatti, dovrebbe iniziare entro marzo 2023 i lavori di costruzione del nuovo edificio per una superficie di circa 2mila metri quadrati dopo che, nei mesi scorsi, si è provveduto alla demolizione delle vecchie strutture presenti.

Con il sindaco Marco Fioravanti e il vice sindaco con delega all’urbanistica Giovanni Silvestri che avevano anche effettuato un sopralluogo per seguire da vicino l’intervento. 
 

La scelta di partire a marzo con la nuova realizzazione sarebbe dettata dall’esigenza della catena della grande distribuzione di allineare tutti gli interventi previsti sul territorio nazionale anche per riuscire a ridurre i costi, sempre in crescita, dei materiali necessari per le nuove realizzazioni. Dopo l’acquisizione dell’area ex Moscatelli e la demolizione, dunque, nel nuovo anno si passerà alla fase più importante. Quella zona, quindi, ritroverà – come già anticipato - un altro punto di riferimento commerciale. 
 
Il progetto finale prevede la realizzazione di un immobile con una superficie coperta di circa 2mila metri quadrati, un piazzale interno con 96 posti auto tra parcheggi pubblici e privati per la sosta degli utenti e alcune aree destinate a verde. Il gruppo Lidl, catena della grande distribuzione (già presente con un punto vendita a Villa Sant’Antonio), fa parte del gruppo tedesco Schwarz e ha una rete di punti vendita in 31 Paesi. Aveva già partecipato anche all’asta per l’acquisizione dell’ex deposito Start. Un insediamento che si affianca a ulteriori investimenti al via previsti in altre zone della città da altri importanti gruppi commerciali – come, ad esempio, la Magazzini Gabrielli a Monticelli – e che si spera possa contribuire ad elevare i livelli occupazionali nel settore del commercio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA