Arrivano le ruspe a corso Trieste, modifiche a viabilità e sosta e si viaggia a 30 all'ora

Martedì 12 Ottobre 2021 di Luca Marcolini
Corso Trento e Trieste ad Ascoli

ASCOLI -Tornano le ruspe, su corso Trieste, per la seconda ondata di lavori, stavolta per le reti del gas e dell’acqua, per poi arrivare dall’inizio del nuovo anno alla riqualificazione vera e propria dell’arteria che attraversa il centro storico.

 

 

Nuovi interventi, dunque, dopo quelli terminati durante l’estate, che si protrarranno presumibilmente fino a prima di Natale, come conferma l’ordinanza dell’Arengo per la rimodulazione della viabilità e della sosta valida fino al 17 dicembre. Modifiche in arrivo, dunque, nella zona di corso Trieste, incluse piazza Simonetti, piazza Santa Maria Intervineas e vie limitrofe, per gli automobilisti ascolani, tra cui il transito ad un solo senso di marcia, da sud verso nord (quindi con varianti già sperimentate ai percorsi degli autobus di linea), il divieto di sosta nei vari tratti che saranno interessati di volta in volta dai lavori e possibili interdizioni temporanee del traffico quando necessario per lo spostamento dei mezzi del cantiere. Per circa due mesi, dunque, servirà un po’ di pazienza in più, al volante, per chi attraverserà il centro. Poi ci sarà la pausa per le festività natalizie e a seguire, nella parte iniziale del 2022, dovrebbe iniziare la ripavimentazione del corso, con il sindaco Marco Fioravanti e l’assessore ai lavori pubblici Marco Cardinelli che stanno mettendo a punto e accelerando tutte le procedure per l’indizione della gara di appalto. 

Da ieri mattina, sono entrate in vigore le modifiche alla viabilità e alla sosta nelle zone di corso Trieste, piazza Simonetti e piazza Santa Maria Intervineas necessarie a consentire lo svolgimento dei lavori sulle reti idriche e del gas, affidati dalla Ciip e da Ascoli reti gas, che richiederanno degli scavi. Entrando nel dettaglio della specifica ordinanza comunale, con validità fino al 17 dicembre, sono stati previsti provvedimenti per la regolamentazione della viabilità che saranno attivati per tratti secondo le esigenze delle lavorazioni. Innanzitutto, in corso Trieste e in piazza Simonetti è previsto il senso unico di marcia per tutti gli utenti, con direzione sud-nord. Sempre sul corso e in piazza Simonetti, ma anche in piazza Santa Maria intervineas, è inoltre previsto su tutti i lati, il divieto di sosta con orario 0-24 che la ditta attiverà, di volta in volta, in base alle necessità operative. Definito anche il limite di velocità consentita che sarà di 30km orari, mentre si ricorrerà, sempre di volta in volta, alla temporanea interdizione alla circolazione veicolare per l’esecuzione delle indispensabili operazioni di cantiere quali il carico e lo scarico di materiali ed attrezzature, la movimentazione di veicoli o minipale, carrelli elevatori e altri mezzi, anche in senso contrario di marcia, disciplinando la circolazione in tali frangenti con movieri. Inoltre, è prevista l’interdizione della circolazione veicolare proveniente dalle strade laterali, con conseguente deviazione del traffico, da attivare quando si lavorerà in prossimità delle intersezioni col corso. Infine, nei tratti che gradualmente saranno interessati dagli scavi, è prevista anche l’interdizione del transito pedonale sul marciapiede. 

Per agevolare i lavori sul corso, si procederà anche alla rimozione dei paletti parapedonali che si trovano sul marciapiede del lato est. È prevista, infine, anche la rimozione delle fioriere in corso Mazzini, all’incrocio con via Bonaccorsi (che erano a protezione dell’area pedonale nella zona dell’ex Carisap), per garantire il raggiungimento della zona del mercato da parte degli ambulanti quando gli scavi all’incrocio tra corso Mazzini e corso Trieste renderanno impraticabile l’accesso all’area dove vengono sistemate le bancarelle. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA