Infiltrazioni d’acqua al tempio monumentale di San Francesco: arriva l’appalto da oltre 100mila euro

Il chiostro di San Francesco
Il chiostro di San Francesco
di Luca Marcolini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 2 Dicembre 2021, 10:10

ASCOLI  - L’Arengo dice stop alla infiltrazioni di acqua piovana all’interno del tempio monumentale di San Francesco. Per risanare la copertura dello storico complesso sacro che si affaccia su piazza del Popolo, infatti, l’amministrazione comunale dopo aver approvato il progetto esecutivo per l’intervento adesso procede con l’aggiudicazione dei lavori.

Si mette mano, dunque, ad una situazione che con il passare del tempo rischierebbe di aggravarsi ogni volta che piove, proprio a causa delle sempre presenti infiltrazioni d’acqua sia nel tetto della chiesa che nella copertura del collegato chiostro di San Francesco. E per questo motivo è stato già sbloccato anche un mutuo da 150mila euro e il sindaco Marco Fioravanti, insieme all’assessore ai lavori pubblici Marco Cardinelli, ha voluto accelerare le procedura per partire quanto prima con l’avvio del cantiere finalizzato alla messa in sicurezza e impermeabilizzazione del complesso sacro. Considerando anche che ad esprimersi positivamente c’è anche la Soprintendenza, con un proprio parere, trattandosi di un bene monumentale tutelato.


Il problema delle infiltrazioni che riguarda una zona del tempio monumentale di San Francesco si trascina da alcuni anni. Ma è chiaro che con il passare del tempo la situazione è andata gradualmente peggiorando, con un incremento del rischio di possibili cedimenti e distacchi di parti della copertura. L’intervento che si andrà a realizzare, non appena sarà conclusa la procedura di gara per affidare i lavori, consiste in una manutenzione straordinaria importante che prevede interventi di impermeabilizzazione e messa in sicurezza in particolare nella parte della copertura sotto la cupola che si affaccia su piazza del Popolo, con l’obiettivo di eliminare le attuali consistenti infiltrazioni di acqua piovana che si verificano puntualmente in caso di maltempo e anche di scongiurare future infiltrazioni che potrebbero seriamente mettere a rischio la fascia della copertura proprio sul fronte verso la piazza.

Parallelamente si dovrà intervenire anche per sanare la stessa criticità che si riscontra in alcune parti della copertura del chiostro di San Francesco, sempre con infiltrazioni che riaffiorano ogni volta che piove. È chiaro, quindi, che bisognerà stoppare una volta per tutte questo tipo di problema.


L’Arengo ha già affidato nei mesi scorsi la progettazione dell’intervento per risanare la copertura del tempio di San Francesco, tanto che si è ora arrivati all’approvazione del progetto esecutivo. E adesso si sta predisponendo la procedura per l’affidamento in appalto dei questi lavori di manutenzione straordinaria della copertura della chiesa monumentale di San Francesco attraverso la consultazione di operatori economici, nel rispetto di un sistema di rotazione, individuati sulla base di indagini di mercato, con il criterio di aggiudicazione del minor prezzo partendo da un importo dei lavori a base d’asta pari a circa 100mila euro (97.279,15 euro) oltre a 21.059,40 non soggetti a ribasso in quanto oneri per la sicurezza. Per evitare che possa piovere anche dentro la chiesa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA