Pure i tornei giovanili finiscono sotto la lente d'ingrandimento della Procura della Repubblica

Il tribunale di Ascoli
Il tribunale di Ascoli
di Luigi Miozzi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 22 Giugno 2022, 07:30

ASCOLI - Sta creando clamore l’indagine che la Procura di Ascoli sta portando avanti nell’ambito delle società dilettantistiche ascolane. A finire sotto la lente d’ingrandimento della magistratura inquirente ci sarebbero le partecipazioni a dei provini che solitamente i club professionistici e loro società satellite organizzano per visionare i talenti in erba e magari avere la possibilità di valorizzare calciatori in possesso di potenzialità sia tecniche che atletiche. 

 
I precedenti
«Fino a questo momento, a noi, non è giunta alcuna comunicazione ufficiale - dice Luigi Paoletti, delegato provinciale della Federazione Italiana Gioco Calcio di Ascoli -. Ma è accaduto anche in passato che la Procura ci chieda delle informazioni per ricostruire anche lo stato dei tesseramenti dei giovani calciatori. Per quanto ci riguarda, abbiamo fornito sempre il nostro contributo e, talvolta, anche il supporto logistico perchè riteniamo che fare chiarezza sia nell’interesse di tutti, a cominciare proprio dai nostri tesserati». Nelle scorse settimane gli investigatori hanno sentito alcune persone che sarebbero informate sui fatti. Al momento, trapelano pochi elementi ma da quanto si apprende l’attenzione della Procura sarebbe principalmente sulla partecipazione di squadre del settore giovanile oppure di singoli tesserati ad alcuni tornei. Molto spesso, a livello dilettantistico, l’organizzazione di questo genere di manifestazioni è l’occasione per visionare i giovani atleti e per gli osservatori di farsi delle idee sulle loro caratteristiche. C’è molta attenzione da parte degli addetti ai lavori ai settori giovanili delle squadre che ogni anno svolgono una intensa attività consentendo la partecipazione ai tornei federali di un gran numero di squadre che tengono in fermento i calcio giovanile. 


Gli esposti
Fermento che però, in qualche occasione, ha anche qualche strascico polemico e, nei casi più gravi, anche giudiziario. Iniziative giudiziarie che talvolta prendono le mosse o da esposti di altre società oppure dall’iniziativa di qualche genitore che chiede di fare piena luce su alcune circostanze. Quello che sta facendo proprio in questi giorni la Procura che sta cercando di raccogliere tutti gli elementi ritenuti fondamentali per avere un quadro dettagliato sulle società di calcio dilettantistiche, sui loro settori giovanili e sulle partecipazione delle proprie squadre e dei tesserati ai tornei». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA