A Monte Piselli c'è un metro di neve: impianti in apertura e al campetto si scia. Lievi ritocchi alle tariffe

La stazione sciistica di Monte Piselli
La stazione sciistica di Monte Piselli
di Cristiano Pietropaolo
3 Minuti di Lettura
Giovedì 26 Gennaio 2023, 03:45 - Ultimo aggiornamento: 19:15

ASCOLI - La copiosa neve degli ultimi giorni, circa un metro, è stata un toccasana per gli operatori turistici della montagna ascolana. Sono già aperti il campo scuola a San Giacomo, il rifugio Tre Caciare e la strada che collega San Giacomo a Monte Piselli mentre si sta lavorando sulle piste per riaprire anche l’impianto Tre Caciare. La riapertura è prevista per oggi, al massimo per il fine settimana.

«Si cerca di riaprire per la giornata di domani (oggi, ndr) visto che c’è stata un’altra nevicata. Ci andrei cauto su questo ma, per sicurezza ne parleremo per il fine settimana. Ci tengo a sottolineare che gli impianti proseguono la loro apertura, dopo quella estiva senza neve e con quella invernale con la neve - ci tiene a precisare il presidente del Consorzio turistico dei Monti Gemelli, Enzo Lori. - L’impianto non è mai stato chiuso. Adesso accoglieremo i turisti con gli sci ai piedi». 

La riapertura
 

«Non è come negli altri impianti che si aspetta la riapertura - prosegue Lori - noi abbiamo concepito le aperture 365 giorni l’anno. Il problema è soltanto uno: la strada. Se avessimo avuto un impianto che partiva dal piazzale avremmo aperto subito gli impianti e tutte le auto sarebbero state messe in sicurezza. Le piste sono già aperte e battute, così come è aperto il rifugio Tre Caciare. La neve è un elemento che fa parte dell’offerta turistica che dobbiamo cogliere immediatamente. Certo che è mancata in tutto il periodo natalizio, come è mancata in tutto il centro Italia. In Spagna, a 40 km dal Marocco, si scia da novembre. Sono cose strane, ma dobbiamo essere pronti. Abbiamo sopperito a questo inconveniente con aperture programmate dove abbiamo fatto buoni numeri. Abbiamo avuto ampie rassicurazioni che l’apertura per il weekend è garantita. Se si aprirà domani (oggi, ndr), ci congratuleremo con il gestore che è riuscito ad aprire un giorno prima del previsto». 

Sono state rese note le tariffe per poter utilizzare gli impianti sciistici; hanno subito un lievissimo aumento, nell’ordine di pochi euro, rispetto agli anni passati a causa del caro-energia e dell’inflazione. Lo skipass giornaliero costerà 25 euro nei giorni festivi e 22 in quelli feriali; il prezzo per lo skipass valido fino alle 12.30, è di 22 euro nei festivi e 20 nei feriali mentre la pomeridiana (utilizzabile dopo le ore 12,30) costa 18 e 16 euro. Previsto anche l’abbonamento baby per i bambini nati dopo il 30 novembre del 2012 al costo di 12 euro. Il biglietto per la corsa di andata è di 5 euro mentre quello di andata e ritorno è di 8. Sono stati inoltre stabiliti anche i prezzi degli abbonamenti stagionali: Adulto, 255 euro; Senior 65, 235 euro; Studenti e Sci Club, 225; Baby, 130 e maestri di sci (previa richiesta) 100 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA