Ferrovia dei due mari a rischio deragliamento, pressing su Castelli per spronare la Regione

Domenica 18 Aprile 2021 di Cristiano Pietropaolo
La stazione di Ascoli

ASCOLI - Pd, Movimento 5 Stelle, Ascolto & Partecipazione e Prospettiva Ascoli, sostengono la proposta della Ferrovia dei Due Mari. Presto verrà presentato un manifesto in consiglio comunale per l’adesione di tutta l’assemblea cittadina. «Non bisogna dare false illusioni al territorio. Serve concretezza sui tempi. Fare in due anni questa opera è chiaramente impossibile. Sarebbe bello che l’opera entrasse nel Recovery Fund» spiega il capogruppo in consiglio comunale del Pd Francesco Ameli.

LEGGI ANCHE:

Finisce con l'auto nella scarpata. Soccorso da vigili del fuoco e elicottero del 118, è grave a Torrette

 
«L’atto che presenteremo è simile a quello già approvato in consiglio provinciale ma chiediamo a Fioravanti, che ha ottimi rapporti con Acquaroli, che la Regione individui la Ferrovia dei Due Mari come priorità» spiega. « Abbiamo assistito ad un silenzio preoccupanti dalla Regione e dagli esponenti locali come Castelli, che poteva incidere maggiormente. Questa è una tematica di tutto il Centro Italia e serve una presa di posizione netta. Chiediamo a Fioravanti di lavorare in sinergia con gli organi preposti affinché si arrivi al risultato.».

Critiche anche da parte dell’esponente M5S Massimo Tamburri. « Fioravanti parla tanto di atti concreti ma tutto questo sembra propaganda, visto che in questa storia non ha nessun ruolo. Non capiamo cosa abbia ottenuto nei suoi viaggi a Roma» dice Tamburri «Stiamo pensando ad un’interrogazione perché questi viaggi non siano solo delle gite. Ad un sindaco competerebbe di più il piano regolatore per accogliere la nuova ferrovia, ma non serve andare con il cappello in mano al Ministero». Il neo consigliere di Ascolto & partecipazione Massimo Speri sottolinea che «La politica degli annunci ha fatto scuola anche qui ad Ascoli. Si danno per acquisite opere che non hanno ancora visto la luce. 

«Bisogna ricostruire il rapporto tra politica e cittadini dicendo la verità» dice il consigliere Pd Pietro Frenquellucci, « Gli annunci vengono sempre rimandati e posticipati, come i lavori di Corso Trieste. Sembra che i lavori inizieranno il prossimo anno. L’amministrazione comunale deve dire quello che fare concretamente, per i progetti c’è la campagna elettorale» dice Frenquellucci. Il segretario comunale del Pd Angelo Procaccini chiude «Noi siamo un Comune in continua campagna acquisti. Lo scudetto sembra lo abbiamo già vinto, ma siamo quella squadra che poi non lo vince. Ci sono zero atti concreti».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA