Ascoli, lotta ai falsi disabili: non basta
il pass per parcheggiare nelle strisce blu

Lotta ai falsi disabili:
non basta il pass
per la sosta nelle strisce blu
ASCOLI - Anno nuovo, vita nuova. Anzi, vita dura per i falsi invalidi (e sono tanti) che ogni giorno utilizzano impropriamente il permesso intestato a familiari o parenti semplicemente per parcheggiare gratis sulle strisce blu. A dicembre verrà a messa a punto la strategia per mettere sotto scacco i furbetti dei permessi finti o comunque utilizzati impropriamente, a cominciare, da gennaio con lo stop alla sosta dei possessori di autorizzazioni per disabili nei parcheggi a pagamento.
Riservando nuovi posti specifici, maggiormente controllati, a quelle persone con invalidità che ne hanno tutti i diritti e che spesso vengono penalizzate proprio da chi abusa di permessi altrui o fotocopiati. La guerra ai furbi, in tal senso, si inasprisce e per chi senza pagare lascerà l’auto (spesso anche Suv o macchine ingombranti e di grossa cilindrata) sulle strisce blu, verrà multato nonostante il permesso per disabili sul cruscotto. Vigili urbani e ausiliari della Saba confermano che ormai sono più di 80 al giorno le auto parcheggiate col permesso per invalidi sui posti a pagamento, con lo strano effetto di vederle diminuire o sparire nel fine settimana o nei festivi. Un indizio che lascia pensare ad un utilizzo costante del permesso da parte di chi si rechi in centro quotidianamente per lavorare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 23 Novembre 2018, 11:39 - Ultimo aggiornamento: 23-11-2018 11:39

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO