"Siamo discriminati"
Rivolta dei diabetici

"Siamo discriminati" Rivolta dei diabetici
1 Minuto di Lettura
Sabato 2 Agosto 2014, 21:36 - Ultimo aggiornamento: 3 Agosto, 16:31

ASCOLI - Disagi per i malati di diabete dell'ex zona 13, quella di Ascoli, dei comuni montani e di una parte della Vallata, che si sentono discriminati rispetto agli altri della regione.. In tutta la regione, compresa San Benedetto, i malati di diabete possono acquisire il materiale per la cura direttamente nelle farmacie. Basta presentare il certificato medico. Nell'ex zona 13 funziona, invece, diversamente:, i malati devono prelevare il materiale solo presso la farmacia dell'ospedale Mazzoni, che provvede alla consegna di stick, aghi e quant'altro. Ma non tutti i giorni, perché la consegna avviene solo di mercoledì e sabato, dalle 10 alle 13. Un iter che provoca, come del resto è immaginabile, problemi e disagi, soprattutto per i pazienti che risiedono nelle zone montane o nella Vallata, che devono venire ad Ascoli per ottenere quello che gli altri malati della regione ricevono recandosi semplicemente nella farmacia più vicina. "Più volte - riprende Pier Vincenzo Coccia - abbiamo segnalato sia al precedente direttore dell'Area vasta 5, Giovanni Stroppa che a quello attuale, Massimo Del Moro, questa disparità di trattamento, chiedendo un loro intervento per mettere fine ai disagi.Non sappiamo perché la convenzione con le farmacie ad Ascoli non è stata mai fatta".


Leggi Corriere Adriatico per tre mesi a soli 9.99€ - Clicca qui per la PROMO



© RIPRODUZIONE RISERVATA