Dardust convoca i big della canzone. Ecco le idee e l'appuntamento al Ventidio Basso

Giovedì 14 Gennaio 2021 di Filippo Ferretti
Dardust convoca i big della canzone. Ecco le idee e l'appuntamento al Ventidio Basso

ASCOLI  - La città continua ad essere rappresentata fuori dai confini dai suoi testimonial, personaggi famosi che appartengono al mondo dello spettacolo. Dopo la trasmissione televisiva “Linea Bianca” con Massimiliano Ossini e successivamente lo spot promozionale realizzato da Giovanni Allevi, ecco che il capoluogo piceno continuerà a circuitare tra il pubblico grazie all’operato di Dario Faini, noto anche come Dardust, che è in procinto di firmare ben cinque brani in gara all’imminente festival di Sanremo, previsto alla Città dei Fiori dal 2 al 6 marzo.

LEGGI ANCHE:

Fedez e Dardust insieme in "Scena Unita" per raccogliere fondi che serviranno artisti in difficoltà e per nuove progettualità

 

Si tratta di un autentico record per quello che riguarda la kermesse canora negli ultimi decenni, con colui che risulta essere tra i più richiesti e prolifici autori della musica pop italiana contemporanea. Un risultato ottenuto con pezzi che hanno ricevuto complessivamente 50 dischi di platino, grazie a trionfi ottenuti dai tanti brani scritti per altri (da “Soldi” per Mahmood a “Riccione” per The Giornalisti) e da pezzi in cui è stato personalmente coinvolto in scena (da “Calypso” a “Nuova Era” accanto a Jovanotti). 


Ma il produttore e musicista ascolano, che vede il suo zampino nei brani che verranno cantati sul palco dell’Ariston da Francesco Renga, Irama, Madame, La rappresentante di lista e Noemi, ha intenzione di continuare a puntare i riflettori sulla città in cui è nato e cresciuto attraverso la sua figura professionale. D’accordo con l’amministrazione comunale ha deciso di portare sul palcoscenico del teatro Ventidio Basso il suo prossimo live come Dardust, nel momento in cui la stagione concertistica potrà ricominciare. Un evento dal vivo che dovrebbe rappresentare l’appuntamento numero zero del nuovo tour, che porterà in scena le canzoni del nuovo album, “SAD Storm and drugs”, uscito lo scorso anno. 


Al sindaco Marco Fioravanti l’artista ha promesso di tornare al Massimo cittadino per preparare lo spettacolo e ritrovare il pubblico della sua città, da sempre molto attento nei suoi confronti. Ma prima di questo “live”, una volta metabolizzato il successo delle canzoni sanremesi, Dario Faini, durante la bella stagione 2021 ha deciso che nel suo territorio darà vita ad un evento dalla portata straordinaria, che per la grandezza degli artisti che ospiterà dovrà avvalersi necessariamente di una location all’aperto, in grado di accogliere le migliaia di spettatori previste. Parliamo della nuova edizione del “Memorial Alessandro Troiani”, ogni anno organizzato dall’associazione ascolana dell’Ail, che si occupa della cura e della ricerca a favore delle malattie oncologiche del sangue. Dopo il trionfo delle ultime annate, avvenute con un pubblico straripante al Ventidio in serate in cui Dardust è stato affiancato da nomi del calibro di Tommaso Paradiso, Elodie e Mahmood, per la prossima estate l’artista avrebbe deciso di portare sul palco alcuni pezzi da 90 della musica leggera nazionale, tra cui forse qualcuno dei suoi pupilli del nuovo Sanremo. Per il momento, oltre ad auspicare la cornice di piazza del Popolo, le uniche certezze sembrano, accanto alla presenza di Dario, quella di altri due ascolani doc: il bassista Saturnino e l’attrice Alice Pagani.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA