Pacchetto di aiuti per le famiglie in difficoltà. Tutti i sostegni di Arengo e Ambito territoriale

Mercoledì 22 Dicembre 2021 di Luca Marcolini
L'Arengo, insieme all'Ambito territoriale, sostiene le famiglie in difficoltà

ASCOLI - Di fronte a un’emergenza pandemica che sembra non aver fine e che ha pesantemente colpito molte famiglie ascolane anche dal punto di vista economico, ora c’è una sorta di ulteriore pacchetto di sostegno, da parte dell’Arengo, ai nuclei più fragili. Un pacchetto dai risvolti sociali che è costituito da una serie di azioni che l’amministrazione comunale, per volontà del sindaco Marco Fioravanti e dell’assessore alle politiche sociali Massimiliano Brugni, sta mettendo. Diverse le tipologie di sostegno in programma, mirate a intervenire su target diversi di nuclei familiari. 

 

 

Per concedere un aiuto economico alle famiglie numerose, ovvero con più di tre figli minorenni, l’Arengo ha pubblicato un bando che prevede la presentazione delle domande entro il 31 gennaio e che si prefigge di andare ad erogare a ciascuna unità familiare ammessa (sulla base di una graduatoria) un assegno di 145,14 euro mensili per tredici mensilità. Requisito necessario, per essere ammessi al contributo, è di risultare in possesso di risorse economiche (reddito Isee) non superiore a 8.788,99 euro. Il richiedente, unitamente alla domanda, dovrà quindi presentare la dichiarazione sostitutiva unica delle condizioni economiche del nucleo familiare e la relativa attestazione Isee. 

Nel frattempo, sono stati erogati dall’Ambito sociale di Ascoli i contributi, pari a 1.200 euro, per i cosiddetti caregiver, ovvero i familiari che assistono persone anziane con disabilità gravissime. La somma complessivamente stanziata per queste persone era di 102mila euro. Sono state soddisfatte, dunque, le richieste di 82 nuclei familiari. Altro intervento di sostegno in fase di erogazione, da parte dell’Ambito sociale, è quello degli assegni di cura, per anziani non autosufficienti. In questo caso la somma erogata complessivamente ammonta a circa 410mila euro, considerando che sono stati erogati assegni da 200 euro mensili per un anno, a un totale di circa 170 persone. L’assegno è stato assegnato previa sottoscrizione di un “patto” di assistenza domiciliare e può essere interrotto in caso di inserimento permanente dell’anziano in una struttura residenziale, o anche in maniera temporanea continuativa superiore ai 60 giorni. Allo stesso modo, l’erogazione si interrompe in caso di attivazione del servizio comunale di assistenza domiciliare. In caso di interruzione, si procede allo scorrimento della graduatoria con decorrenza non retroattiva del beneficio economico. Inoltre, l’Arengo erogherà ora anche ulteriori 10mila euro (fondi regionali) per gli inquilini morosi incolpevoli. Ovvero coloro che non hanno potuto pagare affitti arretrati. Infine, ulteriori 15mila euro sono stati erogati per il sostegno alle famiglie in base alla graduatoria del bando per interventi di sostegno per la nascita e l’adozione dei figli e per il superamento di situazioni di disagio sociale o economico. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA