Preoccupano i numeri delle vaccinazioni: l'Asur rimette in moto il camper

Preoccupano i numeri delle vaccinazioni: l'Asur rimette in moto il camper
Preoccupano i numeri delle vaccinazioni: l'Asur rimette in moto il camper
di Luigi Miozzi
4 Minuti di Lettura
Giovedì 26 Agosto 2021, 08:37 - Ultimo aggiornamento: 08:48

ASCOLI - L’obiettivo dell’Area vasta 5 è quello di andare a scovare i cittadini che non si sono ancora vaccinati affinchè si arrivi prima possibile all’80% della popolazione per la prevenzione del Covid entro la fine del prossimo mese di settembre, così come dichiarato espressamente dal commissario straordinario Figliuolo che propri in questi giorni ha rimodulato la campagna vaccinale. E lo ha fatto anche il servizio sanitario del Piceno che ha deciso di favorire ancor di più l’azione svolta dai camper vaccinali entrati in azione nei mesi estivi. 

I camper

«Abbiamo predisposto un numero maggiore di servizi sul territorio - ha spiegato Cesare Milani, direttore generale dell’Area vasta 5 -. Dai report in nostro possesso, sappiamo quali sono i Comuni in cui sono stati eseguiti meno vaccini ed è lì che andremo per dare la possibilità a chi ancora non l’ha fatto di poter ricevere la propria dose». L’iniziativa del “porta a porta” messa in atto a luglio ed agosto con i camper sanitari messi a disposizione dalla Regione Marche ha riscosso un buon successo perchè ha consentito di iniziare la profilassi anche a chi, fino a quel momento, non aveva avuto la possibilità di recarsi al punti di somministrazione allestiti sul territorio a cominciare da quello della palestra di Monticelli ad Ascoli e del PalaSpeca di San Benedetto. Ne hanno beneficiato soprattutto gli anziani dei paesi dell’entroterra montano della provincia ma anche i tanti giovani che lungo la Riviera hanno approfittato della presenza del camper per vaccinarsi e poter così frequentare con maggiore tranquillità i luoghi della movida e potersi divertire, soprattutto dopo l’entrata in vigore del Green pass. 

Le tappe

Un successo che ha indotto i vertici della sanità del Piceno a incrementare l’uso del camper e a stilare un nuovo calendario delle tappe sul territorio con impegni costanti sia al mattino che al pomeriggio. Nel frattempo, con il mese di settembre ormai alle porte, si avvicina il momento del ritorno a scuola. E se da una parte continua senza soste la vaccinazione degli over 12 che possono presentarsi ai punti vaccinali senza appuntamento dal lunedì al venerdì senza necessità di prendere appuntamento: dall’altra, non sono ancora arrivate direttive per eventuali iniziative che potrebbero essere prese per garantire il ritorno in classe degli studenti e assistere alle lezioni in presenza. Il rischio, con il perdurare della variante Delta e un numero di contagi che rapportato allo stesso periodo dello scorso anno risulta essere decisamente superiore, è che si sia poi costretti a ricorrere ancora una volta alla didattica a distanza.

L’Anagrafe

Infine l’Area vasta 5 informa che dal 1° settembre l’Ufficio Ausili e Protesi (sito ora presso la sede della Medicina Legale) verrà trasferito nei locali dell’Anagrafe Assistiti c/o Ospedale Mazzoni. L’ufficio sarà aperto al pubblico il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 12.30. Gli utenti nell’orario di apertura potranno ricevere informazioni, acquisire modulistica e consegnare i collaudi. Le richieste di ausili protesici dovranno essere protocollate presso il protocollo generale ubicato all’ospedale Mazzoni. Sarà attiva anche una mail ( protesicaap.av5@sanita.marche.it ) dedicata a ricevere informazioni ed acquisire la modulistica. Info 0736 358476.

© RIPRODUZIONE RISERVATA