Usava il Green pass autentico, ma della sorella, per consumare al bar: denunciata una donna

Giovedì 27 Gennaio 2022
Un agente di Polizia controlla i green pass

ASCOLI - Mercoledì nel corso di controlli mirati alla verifica del possesso, da parte dei clienti, dei Green pass negli esercizi pubblici, del capoluogo piceno, gli agenti delle Volanti della Questura di Ascoli hanno denunciato un persona che risultava avere una certificazione Covid di un'altra persona: si tratta di una donna che consumava al bar usando il Green pass della sorella.

Covid, la curva si appiattisce verso il "plateau": 6.152 positivi nelle Marche, ecco dove il virus corre /Il trend

 

Gli agenti, al momento del controllo della certificazione verde sullo smartphone di una donna intenta a consumare all’interno del bar, notavano delle discrepanze tra ila titolare del green pass fornito e il documento di identità mostrato. Da ulteriori accertamenti emergeva che la 24enne di nazionalità nigeriana, regolare sul territorio italiano, faceva uso di un regolare green-pass ma intestato alla propria sorella residente in Francia. Pertanto i poliziotti procedevano a denunciarla all’Autorità giudiziaria per aver utilizzato un atto falso ed essersi sostituita ad altra persona.

Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio, 08:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA