Vaccini anti-Covid per gli over 80: duecento al giorno al Pennile di Sotto

Martedì 16 Febbraio 2021 di Luca Marcolini
Vaccini anti-Covid per gli over 80: duecento al giorno al Pennile di Sotto

ASCOLI  - Tutto definito per la vaccinazione Covid di massa degli ultraottantenni ad Ascoli, nella struttura della Casa della gioventù. Sarà un copia e incolla dell’organizzazione già messa a punto per lo screening di massa dello scorso mese di dicembre che ha funzionato alla perfezione.

 

 

Ma stavolta si tratta di un appuntamento ancor più importante dal punto di vista sanitario, con l’avvio di una vaccinazione che vede già appuntamenti fissati quasi per la metà dei 18.500 anziani over 80 dell’intera provincia ascolana, alla luce di un numero di prenotazioni che dopo due giorni aveva già superato quota 7mila e ora viaggia oltre le 8mila, con dati in costante aggiornamento. 
 


Una risposta importante dal territorio piceno, con oltre il 40% delle persone interessate che ha già deciso di vaccinarsi, tra le strutture individuate ad Ascoli e a San Benedetto, rispetto ad un aspettativa complessiva della Regione Marche stimata intorno al 70%: obiettivo a un tiro di schioppo se si considera che la possibilità di prenotare è stata attivata solo da quattro giorni. Ed ora tutto è pronto per entrare nella fase concreta, con le prime vaccinazioni previste da sabato prossimo, 20 febbraio. Il confronto di ieri tra il sindaco Marco Fioravanti e il direttore generale dell’Area vasta 5, Cesare Milani, è servito a confermare la scelta di organizzare tutte le operazioni per le somministrazioni del vaccino Covid agli ultraottantenni secondo le stesse modalità utilizzate per i test rapidi gratuiti sulla popolazione del dicembre scorso.

«Abbiamo deciso – spiega il primo cittadino – di replicare l’organizzazione che ha funzionato molto bene per lo screening di massa, nel massimo rispetto dei protocolli Covid all’interno e all’esterno della Casa della gioventù, a Pennile di sotto, e mettendo a punto tutti gli accorgimenti utili per agevolare le operazioni di vaccinazione. Inoltre, per fornire informazioni agli anziani che devono vaccinarsi sarà a disposizione anche l’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune». 


Oltre a tutti i percorsi per mantenere il distanziamento, si consentiranno anche stavolta ingressi a scaglioni e si riserverà un’area per coloro che, una volta sottoposti a vaccinazione, dovranno attendere almeno un quarto d’ora per le eventuali reazioni alla somministrazione. All’esterno saranno riservati anche in questo caso alcuni stalli per la sosta temporanea davanti alla struttura per chi dovrà sottoporsi al vaccino o eventuali accompagnatori. Tutta l’area esterna sarà, comunque, presidiata da polizia municipale e volontari. Le operazioni si svolgeranno ogni giorno dalle 8 alle 20, in base alle prenotazioni, stimando un massimo di circa 200 persone da vaccinare al giorno ad Ascoli (e altrettante a San Benedetto). E’ già arrivata, dopo soli 4 giorni, una risposta molto importante da parte degli ultraottantenni piceni, con il tetto delle 8mila prenotazioni ormai superato (una percentuale di oltre il 40% rispetto ai potenziali 18.500 over 80 del Piceno da vaccinare). E gli utenti stanno già prenotando addirittura intorno alla metà di marzo. 


Le prenotazioni si possono effettuare o tramite il sito web prenotazioni.vaccinicovid.gov.it o tramite il numero verde 800009966 tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18. Per la vaccinazione occorre fornire tessera sanitaria, numero di cellulare e codice postale del comune di residenza o domicilio e consegnare i moduli scaricabili dal sito per le prenotazioni. Prenotazioni che non possono essere modificate: se è necessario spostare la data occorre annullarle e riprenotare. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA