Ascoli, la Confcommercio attacca
il Comune sul piano della sosta

Martedì 28 Aprile 2015
Ascoli, la Confcommercio attacca il Comune sul piano della sosta

ASCOLI - La Confcommercio ha scritto una lettera al sindaco di Ascoli, Guido Castelli sul piano sosta. In particolare la Confcommercio chiede di sapere perchè nell’immediato non è stato possibile trasformare tutti i parcheggi a raso in blu, fruibili sia da residenti (con permesso annuo) che da cittadini a pagamento ridotto e perchè mai non è stata prevista la riduzione della tariffa dei parcheggi a raso, specie per la prima ora, pur se si è avuta la conferma (come da desiderata di Confcommercio) della gratuità nella fascia oraria 13-15 con però, di contro, la penalizzazione per il posticipo della gratuità nelle ore serali, dalle 19,30 alle 20,30 ed in alcune aree addirittura alle 21,30. Confcommercio aveva richiesto anche l'esonero tariffario (ovvero una tariffa dimezzata) per i pomeriggi del sabato che però è stata accolta in parte in quanto è stata mantenuta la tariffa ridotta per le ore pomeridiane, ma solo per il Park Torricella e non dunque per tutti gli spazi blu, a scomputo probabilmente della gratuità totale concessa per domeniche e giorni festivi, provvedimento ritenuto anche dall'Associazione più che utile ed opportuno.

Ultimo aggiornamento: 29 Aprile, 11:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA