Concussione, condannati
Carmosino e due medici

Mercoledì 26 Marzo 2014
Michele Carmosino

ASCOLI - Due anni e 4 mesi per concussione all’ex direttore generale dell’Asur Michele Carmosino con interdizione in perpetuo dai pubblici uffici; un anno e 8 mesi ciascuno a due medici del Mazzoni, Francesco Cipollini e Virgilio Petrucci. Questa la condanna inflitta stasera dai giudici di Ascoli che hanno sentenziato inoltre una provvisionale di 20.000 ciascuno alle parti civili. Secondo quanto ha sostenuto la Procura, sulla base di una denuncia circostanziata inviata dal primario di cardiologia che riferiva delle presunte pressioni ricevute da Carmosino per la nomina di un dirigente sanitario . Il primario di cardiologia, Luciano Moretti, doveva procedere a nominare il responsabile dell’unità coronarica. Persona che aveva già individuato sulla base di una ponderata valutazione dei medici che avrebbero potuto occupare quel posto. La decisione del dottor Moretti, però, siamo nel 2007, non avrebbe incontrato il gradimento da parte del direttore generale il quale avrebbe voluto fosse nominato responsabile dell’unità coronarica un altro medico. La risposta immediata del dottor Moretti fu che non se ne parlava: siccome la responsabilità della nomina era di sua esclusiva competenza, il nome da lui indicato restava quello. Da quel momento fra Moretti e Carmosino iniziò una guerra fredda fatta di continue pressioni e ritorsioni. Nella vicenda sono stati coinvolti anche due medici, Francesco Cipollini e Virgilio Petrucci, i quali, sempre secondo l’accusa, avrebbero recitato il ruolo di voler convincere Moretti a seguire l’indicazione del “capo”. Anche il capo del personale, Cesare Milani, ha avuto i suoi problemi dal momento in cui rifiutò di ratificare la scelta del medico precedentemente indicato da Carmosino.

Ultimo aggiornamento: 14 Giugno, 22:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA