Il commercio sfida il Covid, c'è il progetto per un supermercato a Monticelli. Ecco l'area dove può nascere

Domenica 6 Febbraio 2022 di Luca Marcolini
Il commercio sfida il Covid, c'è il progetto per un supermercato a Monticelli. Ecco l'area dove può nascere

ASCOLI -  Sfidando anche gli effetti dell’emergenza pandemica, prende corpo un ulteriore insediamento commerciale in città e, nello specifico, nel popoloso quartiere di Monticelli. Insediamento che va ad affiancare un altro investimento importante con procedura in corso come quello previsto all’ex Sime, per nuovi spazi anche commerciali e artigianali, a ridosso del centro storico.

 

Proprio per l’intervento di Monticelli, ora è arrivato il via libera della giunta comunale, su indirizzo del sindaco Marco Fioravanti e proposta presentata all’esecutivo dal vice sindaco con delega all’urbanistica Gianni Silvestri, al Piano attuativo per la realizzazione di una struttura di 2.100 metri quadrati che ospiterà un nuovo supermercato. 


La zona in questione è vicina all’ospedale Mazzoni e già destinata – con una variante urbanistica del 2009 – ad accogliere insediamenti commerciali, residenziali e direzionali. In questa fase, dopo che l’iter per l’intera zona denominata 17C era stato riavviato nell’aprile 2019, l’Arengo ha deciso di adottare il nuovo Piano attuativo in relazione alla proposta presentata dalla Magazzini Gabrielli, nel pieno rispetto di tutte le normative vigenti, che prevede per l’appunto la realizzazione di un nuovo punto di riferimento commerciale nel quartiere di Monticelli oltre ad un’area di oltre 4.800 metri quadrati destinati a parcheggi pubblici che verranno realizzati e ceduti gratuitamente al Comune e, quindi, messi al servizio della comunità. L’obiettivo sarebbe quello di riuscire ad inaugurare il nuovo supermercato già per il prossimo Natale. 


La proposta di Piano attuativo ora sbloccata dalla giunta comunale - e che dal punto di vista tecnico sta seguendo come responsabile del procedimento l’ingegner Maurizio Piccioni - rappresenta solo un intervento parziale rispetto ad una zona in realtà molto più ampia nella quale potranno successivamente inserirsi altre progettualità di tipo commerciale, ma anche residenziale e direzionale. Per la precisione, le aree interessate sono quelle tra l’asse centrale di Monticelli e viale dei Platani, a sud dell’ospedale Mazzoni. In questa fase, la Magazzini Gabrielli (che è proprietaria delle aree in questione) ha deciso di investire per ora su questa nuova struttura commerciale che avrà una superficie di 2.100 metri quadrati e un volume di 10.500 metri cubi (notevolmente inferiore e quindi meno impattante rispetto a quello consentito, fino a 27mila metri cubi) e che ospiterà, come detto, un nuovo supermercato al servizio del quartiere di Monticelli con annesso parcheggio di circa 1.700 metri quadrati e un’area verde. Riservandosi poi eventuali ulteriori investimenti entro i prossimi 8 anni.

La proposta è stata accolta dall’Arengo che, tra l’altro, otterrà a titolo gratuito la realizzazione di parcheggi pubblici per un totale di 4.869 metri quadrati ubicati su una vicina area comunale di circa 1.000 metri quadrati (lungo viale dei Platani) e su un altro terreno di 3.824 metri quadrati di proprietà del soggetto attuatore.


Sempre sul fronte dei nuovi insediamenti commerciali previsti in città, ci sono altre due aree nevralgiche al centro dell’attenzione. La prima è quella dell’ex Sime, con un piano di recupero dello storico complesso in via Porta Tufilla, nella zona denominata sotto i Mulini, a ridosso del centro, che è stato sbloccato dall’Arengo non essendo pervenute osservazioni nei termini previsti. In questo caso, gli interventi prevedono nuovi insediamenti residenziali (e anche ricettivi in ottica turistica), ma anche nuove attività commerciali legate a prodotti tipici e artigianali, un piccolo museo con spazio didattico oltre a parcheggi, collegamenti con corso Mazzini attraverso ascensori e altri impianti di risalita. Previsti, inoltre, spazi verdi e opere pubbliche importanti quali l’allargamento della carreggiata stradale nel tratto a est e la realizzazione di marciapiedi nel tratto dal complesso verso piazza Matteotti e il ponte di Porta Maggiore.


Lasciapassare concesso dall’Amministrazione comunale, dopo il sì al Piano del centro direzionale, anche al possibile insediamento commerciale (un supermercato) nel deposito dell’ex Start che si trova in viale Indipendenza. Ma a decidere sul futuro dell’area in questione ora dovrà essere la società che ha acquisito l’immobile.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA