Ascoli, fingono di cercare asparagi
​Scoperti due cacciatori di frodo

Giovedì 7 Aprile 2016
Operazione della polizia provinciale

ASCOLI - Un'operazione antibracconaggio, che ha visto scoperti in flagranza di reato e denunciati due cacciatori di frodo, è stata condotta dagli agenti della polizia provinciale di Ascoli. Teatro dell’operazione sono state le colline di Porchiano e Colonnata prospicienti Ascoli dove  due bracconieri intendevano effettuare una battuta di caccia al cinghiale, non autorizzata e, per giunta, in un periodo di chiusura generale dell’attività venatoria. I selecacciatori, impegnati in operazioni di censimento sugli stessi territori, notando qualcosa di anomalo, non hanno esitato ad avvisare la polizia provinciale affinché potesse intervenire tempestivamente. In poco tempo, due pattuglie hanno raggiunto il luogo della segnalazione ed individuato i due bracconieri che, nel frattempo insospettitisi, avevano occultato la doppietta tra la vegetazione e fingevano di cercare asparagi. Gli agenti, dopo una rapida perlustrazione, hanno rinvenuto l’arma e i due bracconieri non potevano fare altro che ammettere le loro responsabilità. La doppietta rinvenuta risultava caricata con munizioni a palla tipicamente usate per la caccia al cinghiale, con la particolarità che sull’arma era stata ancorata una torcia elettrica che ne permetteva l’uso anche in orari notturni.

Ultimo aggiornamento: 17:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA