Ruspe in azione a viale Croce per il nuovo tratto della ciclabile. Andrà da Porta Maggiore fino al Battistero

Lavori alla ciclabile in viale Croce
Lavori alla ciclabile in viale Croce
di Luca Marcolini
4 Minuti di Lettura
Martedì 29 Novembre 2022, 02:55

ASCOLI - Cantiere aperto e ruspe al lavoro, in città, per un’altra pedalata verso una viabilità sempre più dolce. Il capoluogo piceno, dunque, comincia gradualmente a strizzare sempre di più l’occhio a ciclisti e pedoni per un futuro con meno tubi di scappamento e ingorghi di auto.

Proprio in queste ore, infatti, ha preso il via l’intervento su viale Benedetto Croce che rappresenta il primo importante tassello di un’opera più estesa e complessa che prevede l’ampliamento della rete ciclabile cittadina con il nuovo tratto da piazza Immacolata fino al battistero (con la riqualificazione del tratto di pista già esistente in corso Vittorio Emanuele), per poi proseguire con la realizzazione di un hub per ciclisti con ricarica anche di bici elettriche a Porta Romana, collegando il quartiere più ad ovest con quello di Porta Maggiore.

Ora si procede sul campo, dunque, lungo il percorso delineato e tracciato dal sindaco Marco Fioravanti insieme all’assessore ai lavori pubblici Marco Cardinelli per andare ad attivare questa ulteriore direttrice a mobilità dolce, già finanziata per circa 1,2 milioni di euro (divisi in due lotti) attraverso una rimodulazione del bando Iti1. 

Questo primo lotto che ora si andrà a realizzare, rispetto al progetto più esteso che prevede, come detto, il collegamento ciclabile da Porta Maggiore fino al battistero, per un totale di 1,9 chilometri, prende forma partendo da viale Benedetto Croce. Proprio lungo il viale, infatti, il cantiere è stato aperto e le ruspe hanno iniziato a lavorare partendo dal lato più ad ovest del viale, per andare a realizzare un nuovo tratto di pista ciclabile che passerà nella fascia interna dell’attuale marciapiede centrale, con la sostituzione delle attuali betonelle con un materiale più idoneo al passaggio delle biciclette.

Si riqualificherà, dunque, tutta la parte centrale del viale per ospitare la nuova pista che, poi, oltre a riconnettersi ad est con il punto di ricarica di bici elettriche e di sosta per le altre bici in piazza Immacolata, proseguirà fino alla rotatoria di viale Marconi dove si realizzerà una specifica bretella ciclabile per arrivare fino alla vicina stazione ferroviaria dove, invece, con altro canale di finanziamento attivato dall’Arengo, si andrà a realizzare una ciclostazione. 
 
L’intervento per questo primo tratto della pista ciclabile che il sindaco Fioravanti e l’assessore Cardinelli hanno voluto avviare prevede - dopo l’intervento in viale Benedetto Croce e la realizzazione della bretella verso la stazione ferroviaria – la connessione del nuovo percorso con quello già esistente di corso Vittorio Emanuele, fino ad arrivare a dietro il battistero e quindi in pieno centro storico.

Ma la riqualificazione del tratto già esistente da tempo proprio su corso Vittorio Emanuele partirà solo ad anno nuovo, in maniera graduale, per non complicare la situazione durante le festività natalizie. E nello specifico si andrà ben oltre la riverniciatura dell’attuale pista, inserendo invece dei materiali più resistenti all’effetto del tempo e in grado di migliorare anche l’immagine del percorso ciclabile che si collega con il cuore del centro storico. Infine, a conclusione del primo lotto si procederà con la realizzazione della stazione per le bici in piazza Immacolata e degli spazi di aggregazione laterali, rispetto alla chiesa, destinati a verde. Successivamente, si procederà con il secondo stralcio funzionale dell’intero progetto che prevede un punto per la sosta delle biciclette e per la ricarica di quelle elettriche in piazza Roma e uno a Porta Romana a fianco alla sede del sestiere rossazzurro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA