Infiltrazioni nella chiesa di San Francesco, rischia di crollare. L'Arengo corre ai ripari, spesa da 150mila euro

Venerdì 6 Agosto 2021 di Luca Marcolini
La chiesa di san Francesco che si affaccia su piazza del Popolo

ASCOLI - L’Arengo potrà procedere all’appalto dei lavori di manutenzione straordinaria sulla chiesa (convento incluso) di San Francesco, sempre più a rischio tenuta sul fronte della copertura e di altre zone a causa delle infiltrazioni di acqua piovana. L’amministrazione comunale, infatti, ha avuto l’ok dal Credito sportivo anche per un mutuo di 150mila euro necessari a coprire i costi dei necessari interventi.

 

Il sindaco Marco Fioravanti e l’assessore Marco Cardinelli potranno accelerare la procedura per partire quanto prima con l’avvio del cantiere finalizzato alla messa in sicurezza e impermeabilizzazione della chiesa (dopo aver ottenuto anche il parere della Soprintendenza trattandosi di un bene monumentale tutelato, sono stati stanziati dal Comune 150mila euro). 

Il problema delle infiltrazioni che riguarda una zona del tempio monumentale di San Francesco si trascina in realtà, da alcuni anni, e con il passare del tempo è peggiorato arrivando, quindi, ad incrementare il rischio di possibili cedimenti e distacchi di parti della copertura. L’intervento che si andrà a realizzare consiste in una manutenzione straordinaria importante che prevede interventi di impermeabilizzazione e messa in sicurezza in particolare nella parte della copertura sotto la cupola che si affaccia su piazza del Popolo, con l’obiettivo di eliminare le attuali consistenti infiltrazioni di acqua piovana che si verificano puntualmente in caso di maltempo. 

Intanto, sempre per quel che riguarda le chiese cittadine, la diocesi ha incaricato un geologo per l’esecuzione di indagini geologiche in via San Giacomo, largo della Fortuna e in via Caro propedeutiche agli interventi di riparazione, dopo i danni del terremoto, della chiesa di San Giacomo apostolo. Per consentire le indagini, il prossimo 11 agosto, dalle 7 fino alle ore 19, è previsto il divieto di sosta con rimozione coatta, nelle tre vie interessate dall’intervento.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA