Ascoli, tutto pronto per dare inizio
al Carnevale storico del Piceno

Ascoli, tutto pronto per dare inizio al Carnevale storico del Piceno
2 Minuti di Lettura
Domenica 17 Gennaio 2016, 06:01

ASCOLI - ​Il Carnevale storico del Piceno si presenta ufficialmente anche per l'edizione 2016 che prende il via proprio in queste ore e a fianco al solito, ricco programma integrato che include le iniziative dei Carnevali di Ascoli, Offida, Castignano, Pozza e Umito (nel comune di Acquasanta), spicca anche il primo progetto congiunto messo a punto per ottenere finanziamenti ministeriali attraverso un apposito bando.
Dell'iniziativa, così come del programma ufficiale degli eventi carnascialeschi si è parlato a Palazzo dei Capitani, alla presenza dei sindaci di Ascoli, Castelli, e di Castignano, Polini, insieme all'assessore Antiniani, di Offida, oltre a tutti i rappresentanti delle associazioni e Pro loco che curano l'organizzazione del Carnevale.
Tra gli interventi, coordinati dal presidente dell'associazione Il Carnevale di Ascoli, Alessandro Spadea, ha tenuto a sottolineare l'importanza di questo progetto in rete per ottenere finanziamenti Sono stati, quindi, illustrati i principali appuntamenti fino al prossimo 9 febbraio. Dopo l'inizio con la tradizionale festa di Sant'Antonio Abate e con il primo pranzo dei gruppi mascherati (un successo, con ben 170 partecipanti), ad Ascoli oggi, anche ad Offida, si festeggia l'apertura del Carnevale. Apertura del Carnevale anche a Castignano, il prossimo 23 gennaio, con l'esibizione della nota band "Gem Boy" (alle ore 22 al teatro comunale). Il giorno dopo (il 24 gennaio), ad Offida, sarà la volta della Domenica degli amici, poi sabato 30 gennaio feste danzanti a Castignano ed Offida, mentre il 31 gennaio toccherà alla Domenica dei parenti.

Si entrerà, poi, nel vivo del calendario il 4 febbraio, con il giovedì grasso che vedrà ad Ascoli l'apertura con Re Carnevale, le scuole in maschera e la Festa della fantasia. Spazio alle scuole a Re Carnevale e bimbi in maschera anche ad Offida, mentre a Castignano tornerà la tradizione della "Pizza onta", con frittelle per tutti. Il venerdì, 5 febbraio, vedrà come sempre il clou ad Offida, con "lu bov fint" anche in una versione per i bambini ("lu bovit fint", nella mattinata).

Sabato 6 febbraio, ad Ascoli gli appuntamenti tradizionali con il Torneo di ramazza, il Cosplay (sempre più apprezzato e con numerosi ospiti), la classica Raviolata e i gruppi mascherati in piazza per la sezione Omnia Bona. Nella stessa giornata, un tuffo nel passato a Pozza e Umito con il corteo storico degli Zann del Garrafo, alla riscoperta di antichi rituali pagani, mentre Offida e Castignano ospitano i veglionissimi. La domenica, 7 febbraio, sarà nel segno del concorso dei gruppi mascherati ad Ascoli, con maschere, musica e allegria anche ad Offida, Castignano e Ripaberarda (Carnevale dei bambini).

Lunedì 8 febbraio, invece, Carnevale dei bambini a Castignano e veglionissimo ad Offida. Infine, martedì 9 febbraio chiusura del concorso in maschera, ad Ascoli, con annuncio delle nomination in piazza del Popolo, ma chiusura alla grande anche a Castignano (con la sfilata dei carri allegorici e la processione dei moccoli) e ad Offida (con gli immancabili "v'lurd).

© RIPRODUZIONE RISERVATA