Botte a due guardie carcerarie che finiscono all'ospedale, ennesima aggressione nel penitenziario

Domenica 6 Giugno 2021
Botte a due guardie carcerarie che finiscono all'ospedale, ennesima aggressione nel penitenziario

ASCOLI - Ennesima aggressione agli agenti di polizia penitenziaria del carcere di Marino del Tronto di Ascoli  a soli due giorni dalla manifestazione di protesta davanti ai cancelli della casa circondariale. Nel tardo pomeriggio di ieri, un detenuto albanese aveva lasciato momentaneamente la sua cella al secondo piano del penitenziario per svolgere alcuni servizi quando, prima di rientrare, ha aggredito due agenti.

 

 

Sono stati attimi concitati al termine dei quali i due baschi azzurri hanno avuto la peggio e hanno dovuto far ricorso alle cure dei medici dell’ospedale Mazzoni. Accompagnati al pronto soccorso del nosocomio ascolano sono stato sottoposti ad accertamenti diagnostici e medicati dalle ferite riportate che hanno richiesto alcuni giorni di prognosi. Le quattro sigle sindacali maggiormente rappresentative tra gli agenti di polizia penitenziaria - il Sappe, il Sinappe, l’Uspp e l’Osapp - nel corso della manifestazione di giovedì scorso hanno lamentato la situazione di difficoltà in cui si trovano ad operare gli agenti e chiedere un decisivo impegno dei vertici del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria e del ministero della giustizia per ottenere più tutele e garanzie per il personale». Un primo risultato è stato ottenuto dal momento che mercoledì è stato indetto un incontro con i vertici regionale del Dap. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA