Ascoli, mille pratiche edilizie e cantieri ovunque. Il centro rischia il caos per le gru

Martedì 22 Giugno 2021 di Luca Marcolini
Sarà un'estate all'insegna dei cantieri

ASCOLI - Sarà l’estate della ripartenza non solo per eventi e iniziative. Questa sarà, infatti, anche la stagione dei cantieri per guardare verso il futuro, tra oltre mille pratiche per ricostruzione e bonus, affiancate da opere pubbliche, e al tempo stesso sarà inevitabilmente anche un’estate con qualche disagio in più proprio per l’impatto consistente di interventi in tutte le zone della città, ma soprattutto in centro storico

 

I numeri
A confermare la tendenza di un costante incremento dei lavori - anche con ineludibili modifiche a viabilità e sosta – arrivano giorno dopo giorno ulteriori cartelli di “lavori in corso”, come accade in queste ore, ad esempio, in viale Treviri, a Porta Romana, e nella centralissima zona di piazza della Viola. Il tutto in una cornice che vede attualmente, solo nelle zone più centrali della città, ben 29 vie interessate da 48 cantieri attivi che si affacciano su strada (escludendo tutte le rue seminascoste). Con impalcature che si affacciano su piazze importanti come piazza Arringo, piazza Viola e piazza Ventidio Basso, ma anche su arterie principali come corso Mazzini, da Porta Romana fino a piazza Matteotti, corso Trieste, via del Trivio e tante altre zone del centro. Ma la situazione è destinata ad evolvere in maniera importante se solo si pensa che agli uffici tecnici dell’Arengo sono pervenute oltre 800 richieste per interventi post sisma e circa 300 per lavori legati al superbonus al 110%. 


I nuovi lavori 
Proprio ieri mattina è stato aperto, su viale Treviri a Porta Romana, il cantiere per realizzare due nuovi attraversamenti pedonali rialzati, secondo le normative specifiche, per mettere in sicurezza i cittadini spesso in difficoltà proprio per la velocità delle auto spesso sostenuta il lungo questo rettilineo di accesso alla città da ovest. Considerando che anche di recente una signora era stata investita proprio mentre cercava di attraversare la carreggiata. I lavori sono già iniziati ieri mattina e per la loro esecuzione è stato necessario ricorrere al transito a senso alternato con apposita segnaletica. Contestualmente, proprio a ridosso delle due zone in cui si andranno a realizzare le strisce pedonali rialzate è stato disposto il divieto di sosta con rimozione forzata su entrambi i lati. I provvedimenti riguarderanno anche la giornata di oggi. E da oggi scatteranno le disposizioni per consentire l’apertura di due ulteriori cantieri nella zona di piazza della Viola. Cantieri che riguarderanno sia la parte verso via Giudea che verso via Bonaparte. Nel primo caso, è stata interdetta fino alle 7 di questa mattina la circolazione su via Bonaccorsi. Mentre in via Bonaparte è interdetta la circolazione con orario 7-24 nel tratto davanti piazza della Viola, con deviazione del traffico a sinistra attraverso una specifica corsia temporanea creata proprio nella piazza con collocazione di transenne. Per tutta la durata delle operazioni di apertura dei cantieri, nella giornata odierna, è stato istituito il divieto di sosta sui lati di piazza della Viola e via Bonaparte. 


La mappa
Effettuando una ricognizione nella zona nevralgica del centro, escludendo quindi le vie più piccole, emerge che sono attualmente ben 48 i cantieri aperti prendendo in considerazione un totale di 29 vie nel cuore della città. I cantieri, nello specifico, la fanno da padroni innanzitutto lungo corso Mazzini: nel lato ovest, verso Porta Romana, sono complessivamente 7, mentre andando verso est se ne contano altri 5 (tra cui le impalcature dell’Arengo all’ex distretto militare). Ripartendo dalla zona ovest e andando verso est, un cantiere si trova in corso di Sotto, uno in via Lazzari, una zona è transennata in via Mazzoni, 1 cantiere si affaccia su via delle Torri (per la messa in sicurezza delle torri Merli), uno su piazza Sant’Agostino, uno si trova in via Rufo, uno su corso Trieste all’incrocio con corso Mazzini, uno nella zona dietro le Poste centrali. E ancora, andando verso la parte più a nord ecco 2 cantieri in via Ceci, uno in via del Trivio, uno in piazza Ventidio Basso, uno in via Cairoli, uno in zona auditorium “Neroni”, uno in via delle Canterine e 3 sul Lungo Tronto. Infine, spostandosi più ad est, ecco un cantiere (e altri 2 in arrivo) in piazza della Viola, uno in via Bonaparte, 3 in via Mercantini, uno in via Centini Piccolomini, uno in via Palestro, uno in via Afranio, uno in via Sacconi, 2 in piazza Arringo (e un altro in arrivo), 3 in via Vecchi e uno in viale De Gasperi. 

Ultimo aggiornamento: 23 Giugno, 06:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA