Solo mille tifosi alla festa in piazza. Proposta degli ultras: una statua al presidente Rozzi

Sabato 11 Settembre 2021 di Anna Rita Marini
I tifosi dell'Ascoli per la festa in piazza

ASCOLI - Che la grande festa dell’Ascoli calcio abbia inizio. Sabato prossimo, il 18 settembre, la città si vestirà ancor di più con i colori bianconeri. Nel primo pomeriggio tutti al Del Duca ad assistere al match con il Benevento, poi in centro, a piazza Arringo. Si parte con il secondo Trofeo Sport 4 Restart, un torneo di calcio per bambini con le squadre dei tre Comuni più colpiti dal Sisma 2016, Amatrice, Accumoli e Arquata; ci sarà poi la presentazione delle squadre giovanili dell’Ascoli calcio e a seguire spazio ai “pezzi di storia bianconera” con il saluto, attraverso dei video, delle vecchie glorie che racconteranno il loro calcio con Costantino Rozzi, fatto di successi ed emozioni.

 

In ricordo del presidentissimo sarà presente la sua famiglia, il tutto accompagnato da un video che racconta la storia della Curva Sud con tutti i rappresentanti che negli anni si sono succeduti. Il clou della serata ci sarà quando arriverà a bordo del pullman l’Ascoli di Andrea Sottil. Tecnico e giocatori saliranno sul palco per prendersi gli applausi dei tifosi; non mancherà chiaramente il patron Massimo Pulcinelli. 

Le restrizioni non permettono una grande affluenza e la capienza è stata ristretta alle mille unità stabilite dalle normative anti-covid. A garantire la sicurezza anche gli Ultras bianconeri insieme al servizio d’ordine. «Ci tengo a ringraziare le istituzioni, i ragazzi e gli sponsor - ha dichiarato il rappresentante degli Ultras 1898, Alfredo Pizi - che stanno lavorando per la festa, ci stanno dando una mano; insieme a loro i tifosi che rendono possibile tutto ciò. Vogliamo dimostrare la nostra passione verso l’Ascoli calcio e la squadra. Dopo la festa ogni giocatore sarà consapevole del valore della maglia che indossa. Sono già arrivati i video di alcuni ex come Giordano, Bosi e Lorieri. Siamo contenti per la partecipazione dei bambini delle zone terremotate». 

Una statua per Rozzi, anticipa Pizi. «Quando salirà sul palco la famiglia Rozzi lanceremo il progetto della costruzione di una statua, modello inglese, di Costantino Rozzi, un’idea nata il giorno del 25’ anniversario della sua morte, parlando con la sua famiglia. Dopo la demolizione della Curva Sud che portava il suo nome, abbiamo pensato di dedicargli uno spazio tutto suo, la location è ancora da definire». E sulla presenza del patron Massimo Pulcinelli alla festa, dichiara: «Ci fa piacere, perché finché non ci sarà le vendita al 51 per cento delle azioni, a tutti gli effetti è lui il nostro patron. Nonostante anni difficili con l’unione d’intenti, società, tifoseria e squadra, siamo sempre riusciti ad ottenere l’obiettivo salvando il nostro Ascoli, per Pulcinelli si tratta della prima uscita in piazza con noi. Vogliamo ricordare gli aneddoti della Curva nel modo giusto attraverso dei video». E sulla partita di Como: «Ci dispiace non poter essere vicini alla squadra, speriamo di tornare presto alla normalità delle curve e degli stadi».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA