L'Arengo mette all'asta due appartamenti nella sede dell'Ascoli Calcio. Si parte da 400mila euro

Venerdì 24 Dicembre 2021 di Luca Marcolini
Lo stabile dove ha sede l'Ascoli Calcio

ASCOLI - L’Arengo prepara il bando per la vendita di due degli appartamenti comunali in corso Vittorio Emanuele (gli altri resteranno occupati dall’attuale società Ascoli calcio grazie a un accordo) per dare corso alla transazione definita in raccordo con la curatela fallimentare relativa alla vecchia gestione societaria. Si va, quindi, a chiudere il cerchio rispetto all’accordo raggiunto tra tutte le parti in causa su una vicenda che si protraeva da anni.

 

Ora, l’Arengo ha deciso di procedere con la predisposizione dell’avviso per la cessione di questi due appartamenti da vendere all’asta partendo da un importo base stimato, dopo un aggiornamento, in 402.120 euro, per una superficie complessiva di 320 metri quadrati. 

L’Arengo, in linea con l’accordo raggiunto con la curatela fallimentare della vecchia società Ascoli calcio, dovrà esperire la procedura di vendita, se necessario anche fino a tre bandi, entro il 30 aprile 2022. Per il primo avviso d’asta, il valore base stimato con apposita perizia di aggiornamento, sarà di 402.120 euro (inizialmente il valore di massima ipotizzato era di 384mila euro). Nel caso in cui la prima asta dovesse andare a vuoto si procederebbe con un secondo bando con importo base ritoccato in diminuzione del 20%. E ancora, nella necessità di dover ricorrere a un ulteriore tentativo, si andrebbe a ritoccare, nel terzo bando, l’importo base iniziale del 40%, quindi per un valore che scenderebbe a 241.272 euro. Chi dovesse acquistare gli appartamenti, secondo quanto sarà previsto nei bandi, dovrà accollarsi anche le spese per l’accatastamento, oltre alle spese di registro e notarili. Anche le spese per gli interventi di separazione delle utenze saranno a carico dell’aggiudicatario. La superficie immobiliare che sarà messa all’asta è attualmente concessa in comodato gratuito all’Ascoli Calcio fino al 30 giugno 2024. Si procede, dunque, sulla base della transazione sottoscritta da Comune, curatela fallimentare e società Ascoli calcio 1898 Fc, con la quale si sono chiusi tutti i giudizi pendenti. 

Nel frattempo, l’Arengo si sta portando avanti sul fronte della sistemazione dello stadio, avendo già affidato un incarico di assistenza per il progetto preliminare della nuova curva sud, in attesa di avere conferma dell’inserimento degli interventi al Del Duca (curva sud e tribuna ovest) nel Piano del commissario per il sisma, Giovanni Legnini, atteso tra gennaio e febbraio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA