Ascoli, prende a calci la maestra
che lo rimprovera e fugge in bagno

Prende a calci la maestra
che lo rimprovera:
la mamma non si presenta
ASCOLI - Redarguito in classe colpisce la propria insegnante. È accaduto in un istituto scolastico a pochi chilometri dal capoluogo piceno, dove un bambino si è ribellato ai rimproveri della sua maestra.
L’increscioso episodio in questione è accaduto nei giorni scorsi, all’interno di una scuola primaria alle porte della città. Durante lo svolgimento della lezione in una classe di terza elementare, successivamente al rimprovero della maestra nei confronti di uno scolaro particolarmente vivace, il bambino, dell’età di 8 anni, si è avvicinato alla cattedra scagliandosi contro l’insegnante colpendola con i in varie parti del corpo. Le grida della docente hanno fatto accorrere le altre maestre e le bidelle della struttura, che hanno subito cercato di frenare la furia del ragazzino, il quale ad un certo punto si è messo a correre allo scopo di seminare le sue inseguitrici.
L’episodio si è concluso con il piccolo che si è chiuso in bagno a chiave e una grande preoccupazione da parte degli adulti per l’accaduto, oltre al tentativo di farlo uscire nel più breve tempo possibile dallo stanzino in cui si era rifugiato. La vicenda avvenuta ha destato molta impressione e non solo per la gravità delle reazioni dell’alunno ma anche per via del comportamento della madre del piccolo che, avvertita immediatamente, non si sarebbe presentata al colloquio richiesto con l’insegnante e la preside.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Marted├Č 10 Aprile 2018, 10:34 - Ultimo aggiornamento: 10-04-2018 10:34

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO